"Quello che ho capito di De André", tra musica e reading alla scoperta di Faber

Sabato 9 novembre 2019, alle ore 21,30, Federico Dragogna presenta al "Cane" di corso Perrone il suo "Quello che ho capito di De André": una delle figure più significative e influenti del panorama culturale italiano viene raccontata e riletta attraverso canzoni scomposte, storie di vita vissuta, errori, conflitti personali affiancati a quelli storici e politici del nostro Paese.

«Fabrizio De André è [...] una bomba disinnescata dalla teca che molti si sono affrettati a costruirgli attorno, e che permette oggi a un qualsiasi politicante di citarlo e appropriarsene anche solo per un tweet. Proprio in tempi in cui un’ombra sul curriculum può distruggerti la vita, si sceglie un anarchico tesserato, bevitore accanito, fumatore accanito, figlio di papà e bestemmiatore come Maestro: siamo un Paese di ribelli o un rehab per ribelli? Di certo, tutto ciò che ha scritto e tutto ciò che scelse di vivere hanno ancora un’energia che nessun tweet o discorso ufficiale può sopprimere. Di questa energia, anche quando sporca e radioattiva, ne ho approfittato per anni - e ho deciso di raccontarla in un breve testo che parla di me, di lui e della libertà di scegliere la strada sbagliata.

Da ragazzo avevo scelto le sue parole perché mi sembravano le più coraggiose e le più pericolose, ora che le ritrovo ovunque mi sono chiesto se è il nostro Paese che ha finalmente trovato il coraggio o se sono ancora bombe a cui qualcuno ha fatto un giardino intorno - così che da fuori, anno dopo anno, si finisca per vedere solo il giardino.

"Quello che ho capito di De Andrè" non è un concerto anche se della musica c'è, non è un reading anche se ho dei fogli davanti: di sicuro c'è la mia voce, la sua e quella del tempo in cui siamo tutti immersi.

Ed è qualcosa che ho deciso di fare in posti che erano interessati a questo discorso e che mi hanno chiamato, in posti in cui anche lui, credo, sarebbe venuto volentieri. Sarò al Circolo Arci "Cane". È nel quartiere di Cornigliano, è piccolo, vivo e vero».

L'ingresso costa 7 euro ed è riservato ai soci con tessera Arci.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Levante a Genova: dal Festival di Sanremo al Goa-Boa Festival 2020

    • 2 luglio 2020
    • Porto Antico

I più visti

  • Aquario di Genova, per una settimana biglietto a 10 euro per i liguri

    • dal 6 al 14 giugno 2020
    • Acquario di Genova
  • Harry Potter, in Liguria il primo raduno nazionale dei fan (e c'è anche la Fiera Babbana)

    • dal 4 al 5 luglio 2020
    • Lago delle Lame
  • Le "Ninfee" di Monet arrivano al Ducale: sarà possibile rimanere soli davanti alla grande opera

    • dal 12 giugno al 23 agosto 2020
  • Mythos: creature fantastiche tra scienza e leggenda, la mostra al Museo di Storia Naturale

    • dal 6 giugno al 30 agosto 2020
    • Museo di Storia Naturale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    GenovaToday è in caricamento