Eventi

Psicocinema, al Sivori il film diventa una "terapia"

Due psicologhe accompagnano gli spettatori nella visione e poi discutono dei temi che ha aperto: si inizia il 23 gennaio con "Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese

Al cinema per divertirsi, trascorrere qualche ora rilassante, ma anche per conoscersi meglio e più a fondo. Parte da qui “Psicocinema”, la rassegna che unisce cinema e psicologia organizzata al Sivori, il cui primo appuntamento è previsto per martedì 21 gennaio.

La prima proiezione è dedicata a un film che ha suscitato parecchio dibattito per i tanti spunti di attualità forniti: “Perfetti sconosciuti”, film del 2016 di Paolo Genovese con protagoniste tre coppie all’apparenza felici, i cui segreti vengono alla luce quando decidono di mettere i rispettivi cellulari sul tavolo e di leggere ad alta voce il contenuto dei messaggi che arrivano. Una decisione che si rivelerà disastrosa sotto molti punti di vista, ma catartica sotto altri.

Del film, e del messaggio che veicola, parleranno le psicologhe Chiara Casonato e Francesca Castignone, che dopo averlo presentato discuteranno con il pubblico di coppie, tradimenti e segreti: «L’idea dello Psicocinema nasce dalla passione comune per il cinema - spiegano le due psicologhe - con l’intento di unire il cinema alla psicologia, entrambi strumenti di espressione ed elaborazione del mondo interiore. Il cinema è un’esperienza in cui le nostre dinamiche affettivo-emotive possono essere riattivate, riconosciute e riorganizzate, un po’ come accade nell’esperienza terapeutica». 

«Guardare un film - proseguono le due esperte - è più che un atto passivo, bensì ci aiuta a entrare in uno stato mentale che ci permette di identificarci coi protagonisti, proiettare i nostri vissuti, interrogarci sulle dinamiche non solo individuali ma anche dell’ambiente che ci circonda, avendo così un effetto liberatorio. Proprio per questa somiglianza con la psicologia, l’intento dello Psicocinema è quello di rendere la visione dei film scelti un’esperienza attiva, estrapolando le tematiche sviluppate al loro interno e approfondendole in chiave psicologica, col fine di supportare questo processo di attivazione e di promuovere una maggiore consapevolezza psicologica».

La proiezione è prevista per martedì 21 gennaio alle 20.20 al Sivori di salita Santa Caterina, il biglietto costa 8 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psicocinema, al Sivori il film diventa una "terapia"

GenovaToday è in caricamento