Palio di San Pietro: sfida fra i sette rioni costieri

Dopo la regata delle Antiche Repubbliche Marinare, Genova si prepara a vivere un'altra grande giornata dedicata a sport e tradizione sul mare, grazie al canottaggio a sedile fisso. Domenica 22 giugno i bagni San Nazaro, in corso Italia, ospiteranno la 59a edizione del Palio di San Pietro, la sfida che, a bordo dei gozzi, metterà di fronte i sette rioni costieri cittadini: Voltri (color verde), Sestri (bianco-nero), Foce (rossoblù), Sturla-Vernazzola (blu), Quinto (azzurro), Nervi (arancio), Sant’Ilario-Capolungo (violetto).

Si partirà con le batterie alle 15.30. Un'ora dopo, si svolgerà la finale “junior”, seguita dalla regata femminile. Alle 17.30 prenderà il via la finalissima, che decreterà il 59° rione vincitore del Palio di San Pietro. Il percorso di gara, della lunghezza di un miglio marino, si articola su tre giri di boa, al termine dei quali i gozzi arenano di slancio sulla battigia. Qui inizierà la gara del "mozzo d'arrampicata". Il mozzo dell’equipaggio (giovane, agile, leggero), recuperata la bandierina con i colori rionali dall'imbarcazione, si arrampicherà sulla fune pendente con la sola forza delle braccia ed infilerà il proprio vessillo nell'apposito foro alla sommità e concluderà la gara dopo aver tolto la mano.

Sarà una giornata molto colorata, grazie all'iniziativa "Rema con il tuo Rione", una novità per questa storica manifestazione, ideata per avvicinare un pubblico giovanissimo con l'obiettivo di trasmettere i valori e la passione di questa importante disciplina. Per tutti i i bambini e ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 15 anni, sarà possibile avere in regalo le maglie del proprio Rione prenotandole telefonicamente (Voltri 340.4640766, Sestri 340.1446140, Foce 347.7284817, Sturla-Vernazzola 347.3010828, Quinto 347.0186600, Nervi 335.7292201, Sant'Ilario 339.6342230) e presentandosi nei giorni precedenti il palio, a partire da lunedì 16 giugno, presso la sede rionale per il ritiro. Domenica 22 giugno, nella giornata del Palio, i giovani tifosi dei rioni riceveranno anche un premio per la loro partecipazione e contribuiranno, con il loro sostegno all'equipaggio del cuore, a far vincere al proprio rione una coppa per il miglior tifo durante le gare.

Breve storia del Palio di San Pietro
Il Palio venne istituito ufficialmente dal Comune di Genova nel 1955, nell'ambito della manifestazione "Vita all'aria aperta". Già dal 1925 si correva annualmente sull'arenile di Pra' un Palio marinaro intitolato a San Pietro, a cui partecipavano gli equipaggi di numerose borgate genovesi. Da principio, le gare si disputavano di fronte alla spiaggia della Foce, allora amplissima, accanto alla chiesa dedicata al santo patrono dei pescatori. Sui gozzi trovava posto un equipaggio, rigorosamente rionale, composto da quattro vogatori di punta e un timoniere che guidava l'imbarcazione alla scia, cioè vogando in piedi con due remi. Successivamente, con la costruzione di piazzale Kennedy, fu necessario spostare la sede di gara nello specchio acqueo di fronte ai bagni San Nazaro. Nel 1986 i gozzi in legno vennero sostituiti dagli attuali gozzi nazionali in vetroresina lunghi metri 5,65 per 195 chilogrammi. La "scia" venne così sostituita dal timoniere.

Per informazioni: consultare il sito www.LiguriaSport.com o telefonare ai numeri 010 3626961 - 392 9591172.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Staglieno delle meraviglie con il mio cucciolo": la visita guidata per chi ha un cane

    • solo oggi
    • 5 maggio 2021
    • Cimitero Monumentale di Staglieno
  • StraWoman: la Festa della Mamma si celebra con una grande corsa collettiva

    • dal 8 al 9 maggio 2021
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Genova

    • dal 6 al 5 maggio 2021
    • Genova
  • Torna a Genova la Distinguished Gentleman's Ride: sfilata di moto per beneficenza

    • 23 maggio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento