menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Ninfee di Monet sono arrivate a Genova: ecco i tre modi in cui si possono ammirare

Alla base c'è la possibilità di stare soli con il capolavoro del pittore francese per cinque minuti: a fare da sottofondo, silenzio, musica o parole

Sono finalmente arrivate a Genova le “Ninfee” di Monet: il capolavoro del pittore francese è giunto nel capoluogo ligure ed è stato preso in carico dalle restauratrici del Laboratorio Regionale di Restauro di Regione Liguria per il rapporto sulle condizioni del quadro.

Dal 12 giugno le “Ninfee” saranno in mostra a Palazzo Ducale, e la direttrice Serena Bertolucci ha deciso di consentire ai visitatori di ammirarle in un modo decisamente particolare: complici le norme anti-contagio da coronavirus, chi lo desidera potrà trascorrere "Cinque minuti con Monet”, un incontro diretto, a distanza di sicurezza, per contemplare da vicino e senza rischi il dipinto che proviene dal Musée Marmottan Monet di Parigi soli o con qualche  familiare.

Non solo: i visitatori potranno godere delle Ninfee in assoluto silenzio, oppure accompagnati da un brano scelto appositamente da Ivano Fossati, o dalle parole di Monet in persona, narrate dalla voce di un attore di cui però Bertolucci non ha svelato l’identità, sottolineando che «più lo conosco e più mi sorprende: qui ha fatto una vera e propria magia che mi ha emozionata, incuriosita, stupita e commossa».

All’esperienza straordinaria di godere delle Ninfee in modo esclusivo si aggiunge dunque un’altrettanto straordinaria audioguida: «Sarà possibile scegliere il sottofondo all’incontro con Monet attraverso un touch screen che verrà regolarmente igienizzato o attraverso il proprio cellulare, con un Qr code - ha concluso Bertolucci - È vero, in questi tempi l’accessibilità della cultura non potrà più essere la stessa, ma questo non vuol dire che non possa essere migliore. Vi aspettiamo per sperimentare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento