Laboratori di counseling a mediazione teatrale

Nasce “Le Nuvole”, un progetto che unisce counseling e teatro ripensando il tutto in termini di laboratori di gruppo per il benessere e il cambiamento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Si chiama counseling di gruppo a mediazione teatrale la tecnica che unisce gioco e lavoro su se stessi, per esplorare il proprio mondo di emozioni in modo lieve e divertente. Fino a gestire in maniera soddisfacente le proprie relazioni.

Immaginate un gruppo di persone in cerchio, a occhi chiusi, avvolte dalla musica come alberi ben radicati a terra immersi nel vento. Lentamente i partecipanti aprono gli occhi e iniziano a camminare… Ogni volta che si incontrano si guardano negli occhi e dicono “io sono qui”, c’è chi lo dice cantando, chi sussurrando, chi urlando con quanto più fiato ha in gola.

Potrebbe essere questo l’inizio di un laboratorio di counseling a mediazione teatrale, tecnica messa a punto da Cristina Zanzi e Saida Corsini, accomunate da esperienze formative simili: entrambe hanno alle spalle oltre un decennio di recitazione, un lungo lavoro di psicoterapia su se stesse e un triennio in formazione in counseling, la prima a indirizzo sistemico, la seconda gestaltico. Insieme hanno dato vita a “Le Nuvole”, un progetto che, appunto, unisce counseling e teatro ripensando il tutto in termini di laboratori di gruppo per il benessere e il cambiamento.

Ma cos’è il counseling e perché si sposa così bene con le tecniche del training teatrale? “Quella del counselor – spiegano Zanzi e Corsini – è una figura professionale ancora poco conosciuta in Italia ma ben nota nel mondo anglosassone, che dopo una formazione triennale presso scuole specifiche e riconosciute, grazie alle proprie conoscenze e competenze è in grado di favorire soluzioni e agevolare il cambiamento in tutte quelle situazioni che creano disagio esistenziale o relazionale. Pensiamo per esempio a chi non riesce a far valere le proprie capacità al lavoro o a chi ha difficoltà a lasciarsi andare in coppia o, ancora, a chi fa fatica a dire no e si ritrova sempre invischiato in situazioni che non desiderava… Sono solo alcuni dei temi che affrontiamo durante i nostri laboratori di gruppo, generalmente di una giornata. In particolare noi lavoriamo chiamando in aiuto le tecniche del teatro e, soprattutto, del training teatrale, poiché crediamo che il gioco, il linguaggio del corpo, l’immaginazione, la fantasia e il movimento fisico siano una strada privilegiata per accedere alle emozioni, spesso difficili da contattare con la sola tecnica verbale. Durante i nostri laboratori si corre, si canta, si fanno giochi di equilibrismo con bacchette di bambù, si cammina ad occhi chiusi lasciandosi guidare dal canto di una voce e si scopre come trovare nuove risposte a situazioni che ci sembrano irrisolvibili o difficili da affrontare, spesso mettendo in scena proprio le situazioni che nel quotidiano ci creano problemi. Le emozioni che circolano durante i nostri lavori sono intense, ma restano sempre lievi, giocose e in mutamento, proprio come le nuvole. E si esce sempre con il sorriso. Per poi magari tornare al laboratorio successivo e fare un altro pezzo di strada insieme”. I prossimi due incontri in calendario avranno come tema il dar voce alle molteplici parti di sé per imparare a metterle in gioco quando serve (“La commedia del sé”, seconda domenica di novembre) e la creazione di relazioni basate sulla reciproca fiducia (“Prendimi per mano”, seconda domenica di dicembre). La sede principale dei laboratori di “Le Nuvole” è Genova, (attualmente presso il Laboratorio sociale di Vico Papa), ma sono attivi incontri anche nella provincia di Alessandria e nel Piacentino. Per informazioni: info.nuvole@libero.it e www.facebook.com/LeNuvoleCounseling

PROSSIMI APPUNTAMENTI 2015

DOMENICA 7 NOVEMBRE: “LA COMMEDIA DEL SE’” – Quando pensiamo a noi stessi ci pensiamo in maniera monolitica: “io sono fatto così, ho questo carattere…”. E se qualcosa non va come vorremmo non sappiamo metterci in gioco in maniera diversa. Eppure in noi sono molti i personaggi che prendono corpo e che chiedono ascolto. In questo workshop impareremo a fare conoscenza con le nostre molteplici parti, scoprendo come possono venirci in aiuto nelle diverse situazioni della nostra vita. Dalle ore 10.30 alle ore 17. Info: info.nuvole@libero.it

DOMENICA 13 DICEMBRE: “PRENDIMI PER MANO” – Un workshop sulla fiducia in se stessi e nell’altro, un’occasione per apprendere con creatività la strada per aprirsi al mondo.

Torna su
GenovaToday è in caricamento