Eventi

Un tuffo nelle fotografie di Henri Cartier-Bresson | FOTO

Molte delle fotografie più belle del celebre fotografo esposte a Palazzo Ducale fino a giugno

C'è tutto l'universo di Henri Cartier-Bresson, uno dei fotografi più famosi al mondo, in mostra fino all'11 giugno a Palazzo Ducale. 

Le foto esposte sono tra quelle più famose come Gare Saint-Lazare, che ha contribuito a costruire il mito del fotografo "à la sauvette", cioè che scattava di nascosto, per cogliere gli attimi e le persone nella loro spontaneità. Ma ci sono anche tantissimi ritratti di personaggi e situazioni che sono diventati celebri, vere e proprie icone: i bambini che giocano tra le macerie di Siviglia, le donne di Scanno piccolo paesino abruzzese diventato - dopo il passaggio di Cartier-Bresson - meta di tantissimi fotografi, lo sguardo colmo di disprezzo della donna che riconosce la sua aguzzina durante un processo nelle strade di Dessau appena liberata, la concentrazione di Gandhi accanto all'arcolaio, il braccio e la gamba che escono dalle sbarre della prigione modello di Leesbury come a cercare la libertà, e tanti altri scatti famosissimi.

Cartier-Bresson, teorico dell'istante decisivo in fotografia, è considerato un pioniere del fotogiornalismo, tanto da meritare l'appellativo di "occhio del secolo". Nel 1947 ha fondato, insieme a Robert Capa, George Rodger, David Seymour, e William Vandivert la famosa Agenzia Magnum. Nel 2000, assieme alla moglie Martine Franck ed alla figlia Mélanie ha creato la Fondazione Henri Cartier-Bresson, che ha come scopo principale la raccolta delle sue opere e la creazione di uno spazio espositivo aperto ad altri artisti; nel 2002 - due anni prima della sua morte - la Fondazione viene riconosciuta dallo stato francese come ente di pubblica utilità.

LA GALLERY:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tuffo nelle fotografie di Henri Cartier-Bresson | FOTO

GenovaToday è in caricamento