Mille metri: da quota zero al monte Tardia e passo della Gava

Mille metri di dislivello, suggestivi, impegnativi, ma possibili; sempre più in alto, ma non troppo distanti dal mare perché, fortuna vuole, ci troviamo in Liguria. Sabato 17 aprile escursionre verso il monte Tardia di Ponente, per ritrovarsi in un’altra dimensione: la montagna vera.

I posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria. Bisogna scrivere all’indirizzo mail escursionismoliguria@gmail.com oppure numero WhatApp 342.9963552 specificando i seguenti dati: nome, cognome, numero di cellulare, codice fiscale e residenza.

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare: la frase resa celebre da John Belushi, interpretando John “Bluto” Blutarsky in "Animal House", vuole semplicemente indicare qualcosa di assolutamente nuovo per chi è abituato a itinerari semplici e privi di vere difficoltà.

L’escursione guidata al monte Tardia di Ponente è fuori dall’ordinario, però ogni tanto ci piace proporre percorsi dove anziché procedere con alti e bassi… si sale e basta. Non ci sono difficoltà tecniche da superare, assolutamente no, però questa escursione riconosce il giusto merito a chi, seguendoci gita dopo gita, è in buona forma fisica per superare 1000 metri di dislivello. Senza trascurare la forza del gruppo, perché le difficoltà quando condivise sono più facilmente superabili.

Le motivazioni non mancano di certo, anzi, l’allenamento, la determinazione mentale e il paesaggio che si apre dall’alto, consentiranno di allontanare la fatica e raggiungere il grande traguardo: il monte Tardia di Ponente, quota 928 metri slm. Si può solo immaginare il senso di benessere e orgoglio che si proverà a fine escursione.
Quindi, sabato 17 aprile, passo dopo passo si raggiungerà anche il passo della Gava e soprattutto il nostro obiettivo: superare noi stessi.

Dal grande piazzale sul mare di Voltri, presso il capolinea della linea Amt nr 1, si salirà verso l’antica parrocchia di S. Eugenio e il borgo di Crevari. Case colorate, creuze, piacevoli stradine di campagna, giardini e orti ben curati, accompagneranno gli escursionisti verso piazza Grande e località Campenave. Dalle pendici del Monte Pennone inizia un tratto lastricato che prende subito quota verso una insellatura e la vicina Casetta ex Dazio.

La direzione è la stessa seguita nel secolo scorso dalle “pedone”: donne forti e coraggiose che dalla Val d’Orba risalivano lo spartiacque appenninico, anche innevato, per poi perdere quota verso il mare e barattare beni di primaria necessità a Voltri e Arenzano. Dopo la breve deviazione verso il panoramico Monte Pidocchio (o Pigheuggiu, 816 metri slm), una agevole salita ci consentirà di raggiungere la Tardia di Levante (865 metri slm), la Tardia di Ponente (928 metri slm) e la Rocca dell’Erxo (Rocca del leccio, 896 metri slm). Da qui la vista è garantita su Genova, il Mar Ligure e lo spartiacque appenninico. Dal Riparo Belli Venti perderemo rapidamente quota lungo il contrafforte della Rocca dell’Erxo, fino al Passo della Gavetta (716 metri slm).

Risalendo verso Ca da Gava (735 metri slm) e il Passo della Gava (752 metri slm), il mare si nasconderà alla nostra vista, ci si ritroverà immersi in un paesaggio sempre più montuoso. Dal famoso punto nodale della Gava risaliremo agevolmente verso la sella della Tardia: da qui solo discesa, sino a Crevari e Voltri. Questo è un trekking suggestivo e panoramico, che inizia da quota zero per raggiungere un arco di terra dove si salda il sistema alpino con quello appenninico. Qui, dove nascono le Alpi, la pace e l’abbandono sembrano davvero tangibili.

L’itinerario vede la partecipazione di una guida ambientale escursionistica, figura professionale che ha il compito principale di accompagnare il gruppo illustrando loro le caratteristiche culturali, ambientali, morfologiche e paesaggistiche dell'area visitata.

Dettagli percorso

Tipologia percorso: ad anello.

Quota di partecipazione: 13 euro. La quota comprende l’organizzazione tecnica e l’accompagnamento di una guida ambientale ed escursionistica. La quota non comprende l’assicurazione, il viaggio, il pranzo al sacco

Iscrizione obbligatoria entro le ore 10:00 di Venerdì 16 Aprile oppure al raggiungimento del numero massimo previsto di partecipanti. Bisogna scrivere all’indirizzo mail escursionismoliguria@gmail.com specificando i seguenti dati: nome, cognome, numero di cellulare, codice fiscale e residenza. In caso di rinuncia, si prega di avvertirci tempestivamente.

Appuntamento ore 09:00 presso il capolinea della linea AMT nr 1

Rientro fine gita ore 18:00 / 18:30 circa, presso il capolinea della linea AMT nr 1

Pranzo al sacco

Difficoltà: EE (scala difficoltà del Club Alpino Italiano: Escursionisti Esperti). Sono richieste scarpe da trekking e abbigliamento adeguati.

Dislivello: + - 1000 metri

Durata della camminata: 5 ore circa, non comprensive delle soste con le spiegazioni delle Guide, pranzo al sacco

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento da escursionismo, scarpe da trekking.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Genova

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Genova
  • StraWoman: la Festa della Mamma si celebra con una grande corsa collettiva

    • oggi e domani
    • dal 8 al 9 maggio 2021
  • L'Azalea della Ricerca in piazza a Genova per la Festa della Mamma: il ricavato all'Airc

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
  • Chiavari in Fiore: la 18esima edizione della mostra-mercato torna a maggio

    • Gratis
    • dal 15 al 16 maggio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento