"Il nipote di Wittengstein": al Duse la storia di un'amicizia di Thomas Bernhard

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 19/11/2019 al 24/11/2019
    20,30 | giovedì 19,30 | domenica 16
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Dal 19 al 24 novembre al teatro Duse arriva "Il nipote di Wittengstein". Dal più bel romanzo di Thomas Bernhard, la singolare amicizia nata in un manicomio fra due intellettuali nell’interpretazione magistrale di Umberto Orsini.

È un ritorno che ha il sapore di scavo inesorabile, di scontro corpo a corpo, di duello all’ultimo sangue. Umberto Orsini, grande protagonista del teatro italiano, torna a confrontarsi con Thomas Bernhard, con quel Nipote di Wittgenstein, diretto da Patrick Guinand, che gli valse, già nel 2001, il premio Ubu come miglior attore.

Il feroce monologo, scritto nei primi anni Ottanta, è uno scandaglio intimo, autobiografico, in cui Bernhard mette in luce se stesso forse più che mai. Lo scrittore rievoca un incontro allo Steinhof, la clinica psichiatrica, con Paul, nipote del filosofo Ludwig Wittgenstein, negli anni Sessanta. Il protagonista racconta la storia di questa amicizia a un’ascoltatrice, silenziosa e necessaria presenza. Assieme agli abituali, cinici sguardi sulla realtà, sull’Austria, sull’arte e la letteratura, questa volta Bernhard si lascia andare a riflessioni private e sentimentali, a un dolente, amaro, svelamento di sé.

«Il nipote di Wittgenstein – dice Umberto Orsini presentando il lavoro – è un testo che impone una recitazione “in solitario”, anche se la relazione con la muta presenza femminile in scena è fondamentale. È una difficile e impegnativa prova d’attore. Soprattutto devo fare molta attenzione mentre recito a non lasciarmi sopraffare dall’emozione. Sono abituato a gestire le mie forze per cedere alle emozioni in funzione del testo, ma ci sono dei momenti in cui quest’economia tenta di sfuggirmi e spesso l’emozione mi stringe la gola. Occorre allora un gran controllo, perché un testo come questo accende un’immensa auto-commozione». Commentando lo spettacolo, Franco Cordelli ha scritto sul Corriere della Sera: «Orsini si rivela non solo, per questo scrittore, un interprete ideale; ma un grande, severo attore della scena italiana».

Durata dello spettacolo: 1 ora e 20 minuti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Onde teatrali": la drammaturgia diventa podcast con il Teatro Nazionale di Genova

    • Gratis
    • dal 15 aprile al 6 maggio 2021
  • Daniele Raco torna sul palco online con lo spettacolo "All you can hit"

    • Gratis
    • 28 aprile 2021
  • Lunaria a Levante: appuntamento in streaming con "Giuseppe Marzari, un uomo in frac"

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Internet

I più visti

  • Escursione alla scoperta della via dell’acqua: l’acquedotto del '600, la valle del Geirato e i prati Casalini

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Molassana
  • Tour fotografico di Castello Coppedè

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
  • "Genova città fragile": c'è tempo fino a maggio per partecipare alla call

    • Gratis
    • dal 9 febbraio al 11 maggio 2021
  • Claudia Ottone: la comunicazione emozionale

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Palazzo Grimaldi della Meridiana
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento