menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trent'anni di Archivolto: la stagione teatrale 2016/2017

Il Teatro dell'Archivolto spegne 30 candeline con una stagione di 38 titoli nel cartellone serale, più le rassegne di teatro ragazzi, incontri, laboratori e progetti speciali

Il Teatro dell’Archivolto si appresta a festeggiare il trentesimo compleanno con una stagione forte di ben 38 titoli nel solo cartellone serale, a cui si aggiungono le rassegne di teatro ragazzi dedicate alle famiglie e alle scuole, incontri, laboratori e progetti speciali.

La stagione 2016/2017 ha come partner istituzionali il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Comune di Genova; è patrocinata dalla Regione Liguria e si avvale del fondamentale sostegno della Compagnia di San Paolo, che nel Teatro dell’Archivolto riconosce una realtà d’eccellenza per lo spettacolo dal vivo e un punto di riferimento per il territorio ligure; è realizzata anche con il prezioso contributo degli sponsor COOP Liguria, SAAR, Sampierdarena Olii S.r.l., Silomar, Agenzia Marittima Le Navi, Logtainer.

Si parte subito con le iniziative dedicate ai trent’anni. Venerdì 30 settembre alle ore 17.45 la Fondazione per la Cultura Palazzo Ducale Genova ospita una tavola rotonda in cui si parlerà principalmente dell’Archivolto in relazione alla storia culturale della città di Genova. Partecipano Luca Borzani, Eugenio Buonaccorsi, Giorgio Gallione, Pina Rando, Giorgio Scaramuzzino, Michele Serra, Carla Signoris.

Il mese di ottobre sarà invece scandito da tre eventi denominati 30 anni di Archivolto – la Festa (venerdì 7, 14 e 21 ottobre), che tra reading, performance, musica vedranno sul palco gli autori Daniel Pennac, Stefano Benni e Michele Serra e gli artisti che hanno accompagnato l’Archivolto nel suo percorso artistico: da Claudio Bisio ad Ambra Angiolini, da Carla Signoris a Giorgio Scaramuzzino, da Marina Massironi a Mauro Pirovano, da Marcello Cesena a Valentina Lodovini, e poi Rosanna Naddeo, Simonetta Guarino, David Riondino, Elena Dragonetti, Angela Finocchiaro, gli Gnu Quartet, Eugenio Allegri.

Per ripercorrere questi trent’anni di storia sarà proposta anche una retrospettiva video con 8 titoli, tra cui alcuni spettacoli di fine anni Ottanta interpretati dal gruppo dei Broncoviz e altri più vicini all’oggi come Monsieur Malaussène (1997) o la Buona Novella (2000), dedicato a De Andrè. Le proiezioni si svolgeranno al cinema Sivori giovedì 6, 13 e 20 ottobre, in collaborazione con Circuito Cinema Genova.

Da fine ottobre la stagione ritorna ad alternare spettacoli di produzione e ospiti, contraddistinti da quel mix di comicità d’autore, teatro civile, nuova drammaturgia, musica e danza, che è un po’ il marchio di fabbrica delle stagioni ospitate nella sala Gustavo Modena e nella Sala Mercato.  Il binomio teatro e letteratura rimane una cifra forte nelle scelte del direttore artistico Giorgio Gallione, che firma come regista due nuove produzioni: Momenti di trascurabile in/felicità, dai libri di Francesco Piccolo, protagonista l’inedita coppia formata da Ugo Dighero e Maurizio Lastrico (dal 30 marzo al 8 aprile 2017) e Carta Bianca De Cataldo, progetto articolato in due serate distinte - Crimini (3 maggio) con il giudice scrittore sul palco insieme a Ugo Dighero e Peppe Servillo, e Pertini il combattente (5 maggio), con De Cataldo, Ugo Dighero e Carla Signoris. 

Tra le produzioni della passata stagione saranno riproposte Mistero buffo di Dario Fo nella trascinante trasposizione di Ugo Dighero (26 e 27 ottobre), Papa Gallo dedicato alla figura di Don Gallo (dal 12 al 22 gennaio) e Quello che non ho, che racconta le contraddizioni della nostra società attraverso la musica di De Andrè e lo sguardo lucido di Pasolini, protagonista Neri Marcorè con i musicisti Giua, Pietro Guarracino e Vieri Sturlini (dal 2 al 4 febbraio). Il 25 novembre si rinnova l’appuntamento con La notte degli scrittori, grazie alla collaborazione con Einaudi editore, sul palco Paolo Cognetti, Cristina Comencini, Michela Murgia, Vitaliano Trevisan e Simona Vinci, fresca vincitrice del Campiello.

Altra novità tra le produzioni è Senza sponda di Giorgio Scaramuzzino (5 novembre), che ci parla delle migrazioni di ieri e di oggi. Un tema cruciale che ricorre anche nello spettacolo presentato in prima nazionale da Produzioni Fuorivia e Art Up Art il 27 e 28 aprile, Da questa parte del mare, tratto dal libro di Gianmaria Testa e interpretato da Giuseppe Cederna con la regia di Giorgio Gallione. Un filo rosso unisce questi due spettacoli ad altri due titoli presenti nel cartellone al Teatro Politeama Genovese, Human di Lella Costa e Marco Baliani e Rossintesta di Paolo Rossi: è stata quindi prevista una promozione che permette ai rispettivi abbonati di entrambi i teatri di avere prezzi agevolati su questi spettacoli, quasi come in un unico abbonamento.

Tra le collaborazioni con i teatri cittadini, da segnalare lo spettacolo dei Motus MDLSX, che sarà presentato a Genova il 6 maggio (in uno spazio ancora da definire) grazie all’unione di forze di Archivolto e Teatro della Tosse. Va nell’ottica di stimolare il pubblico ad apprezzare il più possibile la grande offerta teatrale genovese anche la convenzione con il Teatro Carlo Felice: gli abbonati Archivolto avranno una riduzione sugli spettacoli in cartellone (e viceversa) e in particolare modo sulle due opere di cui Giorgio Gallione firma la regia, La Rondine di Giacomo Puccini e la Traviata di Giuseppe Verdi.

Feconde anche le collaborazioni con le compagnie liguri e con gli operatori culturali del territorio. Con Flaque della compagnia De Fracto, tra le più conosciute in Europa nel campo del nouveau cirque, il 7 dicembre si apre all’Archivolto l’edizione 2016 di Circumnavigando, festival promosso dall’Associazione Culturale Sarabanda. Dopo il successo de La Terza Onda, Narramondo Teatro presenta dall’8 al 10 marzo Come pesci in un acquario, un nuovo spettacolo realizzato da Elena Dragonetti grazie a un approfondito percorso laboratoriale con studenti delle superiori. Il 29 novembre Marina Senesi presenta Doppio taglio – come i media raccontano la violenza sulle donne all’interno delle iniziative promosse dall’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Genova in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. La compagnia Kronoteatro ritorna con Pater familias (16, 17 dicembre) e grazie alla collaborazione con Habanero Edizioni saranno presentati al Gustavo Modena i concerti del cantautore Dente (11 novembre) e degli scatenati Zen Circus (14 dicembre). Gli Gnu Quartet si esibiscono in concerto il 1 dicembre con il nuovo disco; prosegue la partnership con il Circolo Musicale Risorgimento, che presenta i concerti della Big Band Regionale Ligure per il Memorial Cesare Marchini il 15 novembre e il 21 aprile il concerto dedicato alla canzone italiana anni 60 con il trombettista Alberto Mandarini e l’Orchestra Filarmonica di Sampierdarena.

Il 10 febbraio, in collaborazione con il Goethe Institut, spazio alla danza con Hip Hop Storm, in cui si esibiranno il berlinese Niels “Storm” Robitzky, nome di punta della scena internazionale, e l’eclettica coreografa genovese Federica Loredan. Altra presenza di rilievo sarà Cristina Rizzo, che il 12 maggio chiude la stagione con La sagra della primavera. Paura e delirio a Las Vegas, sorprendente rivisitazione del famoso balletto.

Tra gli spettacoli già annunciati a giugno ricordiamo il ritorno degli Oblivion con Oblivion: The Human Jukebox (17 e 18 novembre) e la Banda Osiris che porta invece in scena Il maschio inutile (10-11 gennaio), con la partecipazione straordinaria di Federico Taddia e dello scienziato dell’evoluzione Telmo Pievani, mentre arrivano sul palco dell’Archivolto per la prima volta i “suonattori” della Rimbamband con il loro Note da Oscar (17-18 febbraio).

Spazio alla commedia con Peperoni difficili di Rosario Lisma (8-9 novembre), che arriva a Genova dopo due stagioni di tutto esaurito, e con Rosalyn (17-18 marzo) di Edoardo Erba, protagoniste Marina Massironi ed Alessandra Faiella per la regia di Serena Sinigaglia. Si ride amaramente con Serendipity, in compagnia di Serena Dandini e Germana Pasquero (10-11 marzo), mentre Gustavo Giacosa con Nannetolicus Meccanicus Santo (26-27 gennaio) ci trasporta nella poesia e nella follia di Oreste Nannetti. Affronta temi drammatici come la guerra e il valore della vita umana Giuliana Musso in Mio eroe (24 febbraio), mentre ci immerge negli abissi russo-ceceni di Anna Politkovskaja Donna non rieducabile, testo di Stefano Massini interpretato da Ottavia Piccolo (4 novembre).

Visionari e provocatori, ricci / forte con Still life (3 marzo) denunciano il bullismo omofobico e le discriminazioni; con una performance altrettanto fisica la compagnia Instabili vaganti ci parla di lavoro e brutalizzazione nel pluripremiato Made in Ilva (11-12 aprile). Spettatori muniti di cuffie assisteranno al retroscena di un radiodramma nello spettacolo che Carlo Lucarelli ha scritto per Fonderia Mercury, Radiogiallo (3 dicembre). Gioele Dix si ispira alla storia di Telemaco per il suo recital Vorrei essere figlio di un uomo felice (11 febbraio) mentre il giornalista Gianluigi Nuzzi in Pecunia: la via crucis di Papa Francesco (24 marzo) traspone in scena le sue inchieste sul rapporto tra chiesa e denaro e i misteri dietro le dimissioni di Benedetto XVI.

Dopo la calda accoglienza della passata stagione, riparte a novembre la rassegna a cura di Rodolfo Cervetto Jazz’n’Breakfast, colazione e concerto in teatro la domenica mattina: suoneranno Alberto Malnati e la Buddy Bolden Legacy Band (20 novembre); le cantanti Simona Briozzo, Maria Grazia Scarzella e Sara Basso per il Concerto natalizio (11 dicembre); il trio formato da Rodolfo Cervetto, Dino Cerruti e Loris Tarantino il 29 gennaio; e la cantante Simona Bondanza accompagnata dal pianista Dado Moroni il 5 febbraio.

A novembre riparte anche la rassegna per le famiglie Sabato a teatro con una divertente novità, la possibilità per i bambini di festeggiare il compleanno a teatro con i propri amici.

Tra le iniziative in matinée targate Archivolto per la scuola da segnalare l’evento Father and son in collaborazione con Unisona: il 2 dicembre dal Gustavo Modena sarà trasmesso il video dello spettacolo con Claudio Bisio in simultanea nei cinema di tutta Italia e seguirà in diretta un dibattito con gli studenti a cui prenderanno parte lo stesso Bisio con Michele Serra, Giorgio Gallione, Gianna Schelotto e Anna Bandettini.

La stagione Archivolto 2016/2017 sarà inaugurata venerdì 16 settembre alle ore 19 con una grande festa con il pubblico, che sarà chiamato nell’occasione a un brindisi collettivo targato #archivolto30, offerto dal CIV Sampierdarena/Buranello. Non mancheranno i momenti di spettacolo affidati a Ugo Dighero, Maurizio Lastrico, gli ZenaSwingers e l’Orchestra Filarmonica di Sampierdarena.

Le prenotazioni di tutti gli spettacoli si aprono lunedì 19 settembre.

Biglietteria 010412135, www.happyticket.it

INFO 0106592220, promo@archivolto.it, www.archivolto.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento