rotate-mobile
Cultura

Solenghi e Lastrico leggono Govi davanti a una piazza gremita

Piazza Piccapietra gremita in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa del grande attore

«È un omaggio vivo, non museale» quello offerto dai comici genovesi Maurizio Lastrico e Tullio Solenghi per celebrare il 50° anniversario della scomparsa di Gilberto Govi.

Nel cuore della “sua” Genova, in una piazza Piccapietra gremita, gli artisti hanno letto alcuni dialoghi tratti da Gildo Peragallo ingegnere, Pignasecca e Pignaverde e I maneggi per maritare una figlia.

A fare gli onori di casa l'assessore alla Cultura Ilaria Cavo, che, insieme ai docenti universitari Marco Salotti e Margherita Rubino, ha introdotto lo spettacolo organizzato da Regione Liguria.

«L'afflusso di pubblico dimostra come siano ancora vive la sua comica, la sua mimica, la sua capacità di far ridere usando il dialetto - spiega l'assessore Cavo - un esperimento del tutto nuovo: due artisti professionisti che leggono Govi e rivitalizzano il suo repertorio. Il grande successo ottenuto e l'entusiasmo del pubblico dimostrano che la commedia di allora è ancora viva ed è grande la voglia, anche fra i giovani, di recuperare il dialetto e le tradizioni».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solenghi e Lastrico leggono Govi davanti a una piazza gremita

GenovaToday è in caricamento