Martedì, 3 Agosto 2021
Cultura

Torna Slow Fish: al Porto Antico stand, laboratori ed eccellenze liguri

L'ottava edizione della manifestazione internazionale dedicata al pesce e alle risorse del mare prende il via il 18 maggio: coinvolti anche i ristoratori e le botteghe del centro storico

Una “rete” piena di stand, laboratori, cooking show ed eventi finalizzati a valorizzare e promuovere le risorse del mare: il Porto Antico si prepara a ospitare, dal 18 al 21 maggio, l’ottava edizione di Slow Fish, la manifestazione internazionale dedicata al pesce cui prendono parte tutti i protagonisti della filiera ittica, dai pescatori agli artigiani passando per cuochi, esperti e ricercatori.

Proprio i tanti “nodi” che uniscono la filiera ittica danno il nome all’edizione 2017, “La rete siamo noi”, presentata in mattinata alla presenza del governatore della Liguria, Giovanni Toti, degli assessori regionali alla Pesca e allo Sviluppo Economico, Stefano Mai ed Edoardo Rixi, e di Carlo Petrini, presidente di Slow Food, l’associazione internazionale che detta il “ritmo” con cui si svilupperà la manifestazione: «Se pensiamo al Mediterraneo come a una zuppa di pesce non abbiamo capito nulla - ha commentato Petrini - Bisogna insegnare sin da piccolissimi ad apprezzare e rispettare le risorse del mare, a non farne un uso e un consumo smodato, a imparare le buone pratiche non soltanto a tavola, ma anche fuori». 

Slow Fish, a maggio al Porto Antico la fiera del pesce "buono e pulito". Il video

Da qui l’appello non soltanto a mantenere la manifestazione a Genova «con ogni mezzo, perché Genova è una porta indispensabile sul Mediterraneo cui non guarda solo la Liguria, ma tutto il mondo», ma anche a coinvolgere il maggior numero di scolaresche per far conoscere a bambini e ragazzi cosa si cela dietro ciò che viene messo nel piatto. E l’edizione 2017 di Slow Fish promette di affrontare l’argomento da ogni punto di vista, non soltanto con decine di stand in cui degustare i prodotti del mare, ma anche con conferenze, laboratori, percorsi tematici, incontri con dietisti e nutrizionisti per conoscere anche l’apporto nutrizionale del pesce e show cooking al termine dei quali è possibile assaggiare i piatti preparati da chef internazionali.

Ampio spazio, nel corso della manifestazione, verrà dedicato alla Liguria, con un grande spazio di promozione turistica con lo slogan tanto amato dalla Regione, #LamiaLiguria, in cui verranno mostrate (e fatte assaggiare) a genovesi e turisti tutte le eccellenze eno-gastronomiche liguri, dal vino al basilico all'olio, tutto rigorosamente dop, con l’aiuto dei cuochi e ristoratori aderenti al marchio Liguria Gourmet e delle oltre 250 imprese iscritte al marchio Artigiani in Liguria, per l’occasione declinata nella versione “Un mare di emozioni”: «Non era così scontato essere qui oggi a presentare questo evento, le difficoltà sono state tante - ha esordito il governatore Toti - ma ce l’abbiamo fatta, grazie soprattutto a un lavoro di rete, appunto, tra pubblico e privato. Saranno giorni intensi, che confermeranno Genova come un punto di riferimento per numerosi eventi nel corso del 2017».

Gli eventi non saranno però limitati al Porto Antico, sede ufficiale di Slow Fish: l’edizione di quest’anno coinvolgerà anche i ristoratori e le botteghe artigiane del centro storico, dove sarà possibile scoprire le varie lavorazioni dei prodotti e delle arti tipiche del territorio, dalla ceramica ai metalli preziosi passano per il cioccolato, la pasta fresca e la focaccia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna Slow Fish: al Porto Antico stand, laboratori ed eccellenze liguri

GenovaToday è in caricamento