menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Slow Fish al via, 4 giorni di laboratori e degustazioni

Inaugurata al Porto Antico l'ottava edizione della rassegna dedicata al mare: presente in mattinata anche il ministro Maurizio Martina

Si è aperta giovedì 18 maggio al Porto Antico, con l’intervento del ministro per le Politiche agricole e forestali, Maurizio Martina, e il presidente di Slow Food, Carlo Petrini, l’ ottava edizione di Slow Fish , la manifestazione eno-gastronomica dedicata al mondo del mare con cui i visitatori possono scoprire tutti i “retroscena” e i segreti della filiera ittica, gustare piatti a base di pesce e allo stesso tempo imparare a rispettare rispettare una risorsa ormai esausta, in senso figurato e materiale.

All’inaugurazione hanno partecipato anche il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il sindaco di Genova, Marco Doria, e l’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai: tantissime le occasioni per scoprire qualcosa di più sul “pianeta blu”, grazie a incontri, laboratori, dibattiti e degustazioni che proseguiranno sino a domenica 21 maggio.

Leggi qui il programma completo di Slow Fish

Tema di questa edizione, “La rete siamo noi”, un modo per sottolineare l’importanza della collaborazione e dell’impegno di tutti, dal singolo alle istituzioni, per preservare il mare e la filiera ittica: una manifestazione fortemente radicata a Genova, che ha però rischiato di “saltare” causa mancanza di fondi. 

slow fish-3

«Ci siamo battuti, facendo uno sforzo importante, affinché la manifestazione rimanesse in questa città. Riteniamo infatti fondamentale che passi da Genova e dalla Liguria non solo il confronto sul tema della pesca, ma più in generale, sul tema della sostenibilità dei vari sistemi”, ha commentato il governatore ligure Giovanni Toti, aggiungendo che «vorremmo cogliere l'occasione di Slow Fish per lanciare un segnale: abbiamo chiesto alla Commissione politiche agricole di riunirsi a Genova il venerdì. Su nostra proposta le regioni si stanno già confrontando su un documento che affronta i temi della pesca e dell'acquacoltura. Se si troverà un accordo firmeremo una Carta di Genova sulla pesca e l'acquacoltura da presentare al Governo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento