menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla scoperta di salita dell'Agonia e salita della Morte a Castelletto

Forse in pochi sanno che, anticamente, queste due strade esistevano davvero nel quartiere di Castelletto: oggi si chiamano salita Emanuele Cavallo e salita Accinelli

Chi conosce bene la storia di Genova sa che naturalmente, nel corso degli anni, i nomi di tante strade sono stati cambiati, o comunque hanno perso antichi soprannomi collezionati secoli fa.

Ma forse non tutti coloro che abitano a Castelletto sanno che - nel loro quartiere - ci sono due strade che anticamente venivano chiamate "salita dell'Agonia" e "salita della Morte". Si tratta rispettivamente di salita Emanuele Cavallo e salita Accinelli. Ma come mai questi nomi così macabri?

Bisogna risalire al XVI secolo: quello delle due salite era il tragitto che compivano i condannati a morte, partendo dalla chiesa di San Gerolamo per arrivare al Castellaccio, luogo in cui venivano giustiziati (in precedenza, invece, la forca si trovava presso la Lanterna).

Per la precisione, i condannati, per dirigersi verso l'esecuzione, percorrevano Salita San Gerolamo e Salita Emanuele Cavallo con un crocifisso offerto nella chiesa di San Gerolamo. Quella su cui camminavano per l'ultima volta era chiamata "salita dell'Agonia"

Salita Accinelli invece era detta "salita della Morte" perchè vi transitavano i cadaveri degli stessi giustiziati, trasportati dai Confratelli della Misericordia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento