menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio Primo Levi al giudice e giurista Guido Calabresi

Guido Calabresi è riconosciuto in tutto il mondo insieme a Ronald Coase come uno dei padri fondatori dell’analisi economica del diritto

Ieri alle ore 17.30 presso la Sala di Rappresentanza del Comune di Genova a Palazzo Tursi si è tenuta la cerimonia di consegna del Premio Internazionale Primo Levi a Guido Calabresi, giurista e giudice italoamericano.

Alla cerimonia hanno preso parte il Sindaco di Genova Marco Doria, il presidente del Centro culturale Primo Levi Piero Dello Strologo e il professor Guido Alpa Ordinario di Diritto Civile presso l'Università La Sapienza di Roma.

Guido Calabresi nato nel 1932 a Milano è stato il più giovane professore nella storia della facoltà di Legge della Università di Yale.

Figlio di Massimo Calabresi e di Bianca Finzi-Contini, proviene da una famiglia della borghesia ebraica ideologicamente e politicamente legata a Carlo Rosselli e Gaetano Salvemini.

A causa delle Leggi Razziali, con i genitori e con il fratello Paolo, lascia l’Italia nel 1939 per rifugiarsi negli Stati Uniti.

Nel 1940 la famiglia si trasferisce a New Haven dove il padre ottiene una borsa di studio alla Università di Yale.

Guido Calabresi frequenta lo Yale College dove si laurea nel 1953 "summa cum laude".

Nel 1955 consegue il Bachelor of Law presso la stessa Università dove ha insegnato per più di cinquanta anni e dove è stato Preside dal 1985 al 1994, impegnandosi perché la Yale Law School, diventasse sotto la sua guida la più importante facoltà di legge degli Stati Uniti.

Nel 1994 il Presidente Bill Clinton lo ha nominato Giudice Federale della Corte d’Appello del Secondo Circuito a New York.

Guido Calabresi è riconosciuto in tutto il mondo insieme a Ronald Coase come uno dei padri fondatori dell’analisi economica del diritto.

È stato premiato con più di quaranta lauree "honoris causa" conferitegli dalle Università di tutto il mondo.

Il Premio Internazionale Primo Levi è stato istituito nel 1992 per onorare coloro che con il proprio impegno morale, spirituale e civile, hanno contributo alla pace e alla giustizia per un mondo libero da pregiudizi, razzismo e intolleranza, con ciò ponendosi nel solco dell'insegnamento portato avanti da Primo Levi nel corso della sua vita e con le sue opere.

La consegna del Premio rappresenta ogni anno un momento di grande importanza per il Centro e per la città di Genova, in quanto il premiato è chiamato a tenere un discorso pubblico in una cerimonia alla quale partecipano autorità nazionali e locali, affiancate da personalità che testimoniano l'operato del premiato.

Il primo a ricevere il Premio nel 1992 è stato lo scrittore Elie Wiesel, premio Nobel per la pace nel 1986.

L'elenco dei premiati comprende:

Elie Wiesel, Willy Brandt, Hans Jorgen Holst, Jaques Delors, Lea Rabin, Medecins Sans Frontieres, Shimon Peres, Carlo Azeglio Ciampi, Carla del ponte, Steven Spielberg, Nadine Gordimer, Andrea Riccardi, Amos Oz, Simone Veil, Andrzej Wajda, Agnes Heller, Jacob Finci, Denis Mukwege, Guido Calabresi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Carcere di Marassi, protesta di massa 'stile anni '80'

  • Coronavirus

    Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento