menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
credits wikipedia@Dapa19

credits wikipedia@Dapa19

La processione dei morti di Portofino

La leggenda dice che ogni anno, la notte del 31 ottobre, i fantasmi di coloro che sono morti cadendo dalla scogliera entrano in chiesa e pregano per la propria anima

A Portofino, tra il blu del mare e del cielo, si trova la chiesa di San Giorgio, costruita nel 1154 sulle "ceneri" di un'antica cappella risalente all'epoca dei Longobardi in Liguria, e ricostruita nel 1950, dopo essere stata totalmente distrutta durante la seconda guerra mondiale.

All'interno vi sarebbero custodite le reliquie di San Giorgo, patrono di Portofino, portate dai marinai reduci dalle Crociate.

E proprio questa chiesa, secondo le leggende, sarebbe teatro di una "processione dei morti" che si svolge ogni anno la notte del 31 ottobre. Sotto la costruzione infatti c'è una scogliera pericolosa, e tante sono le persone che sono state gettate, o si sono gettate, di sotto, trovando la morte. La notte del 31 ottobre, si dice, chi ha il coraggio di sporgersi e guardare il mare, può vedere la processione dei morti affogati che risalgono lungo le rocce ed entrano in chiesa per pregare per la propria anima perduta. Al sorgere del sole, i morti si rituffano in mare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento