menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Genova in uno sguardo", un depliant per dare voce alle bellezze della città

Realizzato su iniziativa del Rotary Club e del Comune, la nuova guida illustra nel dettaglio la vista che si gode dal Miradore, la terrazza panoramica di Palazzo Rosso

Una vista mozzafiato, a volo d'uccello - più appropriatamente, di gabbiano - sul cuore pulsante della città, sui tetti dei palazzi storici e di quelli più moderni, sulla Lanterna e sul Galeone, ma anche su Spianata Castelletto e Castello d'Albertis, insomma, su tutto ciò rende Genova la Superba: è quella che si può godere dal Miradore di Palazzo Rosso, realizzato in occasione del lavoro di ristrutturazione del 2004, e che verrà spiegata nel dettaglio da un nuovo depliant pensato per aiutare i visitatori a riconoscere il caratteristico "skyline" genovese.

Ideato da Piero Boccardo e realizzato dallo studio Anteprima su iniziativa del Rotary Club Genova, il depliant è lungo quasi un metro e illustra su entrambe le facciate il panorama che offre il Miradore, basandosi sulla foto a 360 gradi realizzata da Hans von Weissenfluh: dalle linee moderne dei palazzi della "city", con i grattacieli che si sviluppano nella parte sud est della città, a quelle storiche della Torre Grimaldina e della Torre degli Embriaci, passando per il Bigo e il Vento di Colombo, ogni simbolo della Superba è individuato e illustrato con informazioni sintetiche che lo rendono immediatamente riconoscibile.

E proprio il riconoscimento immediato di ciò che si sta guardando è alla base della creazione del depliant, che verrà distribuito negli alberghi e negli uffici di informazione e promozione turistica, oltre che con il biglietto per la visita del museo di Palazzo Rosso: «La mia lotta è iniziata nel 2004, quando ho insistito affinché il Miradore venisse aperto al pubblico. Ritengo che per un turista sia importante vedere questo panorama tanto quando vedere un quadro di un'artista famoso - ha spiegato Piero Boccardo - Però, per quanto mozzafiato, questo panorama era muto. Da qui la decisione di creare questo depliant: siamo molto soddisfatti del risultato».

Entusiasmo anche da parte dell'assessore comunale alla Cultura e al Turismo, Carla Sibilla: «Questa è una guida che fornisce informazioni essenziali e sintetiche a 360 gradi, e lo scoop è far vivere questa emozione su carta anche in altre lingue per migliorarlo. È un segno importante per la città di quanto la cultura e il turismo vadano continuamente curati, cosa che succede ogni giorno per il turismo e la promozione della città».

«Noi abbiamo sempre cercato di essere al servizio della città, e di essere al fianco delle istituzioni per fare qualcosa per lo sviluppo economico - ha spiegato Cristina Cosulich, presidente del Rotary Club Genova - Per questo l'idea ci è piaciuta da subito, e siamo entusiasti di avere contributo a realizzarla».

"Genova in uno sguardo" verrà distribuito inizialmente in 10.000 copie negli Iat, negli alberghi e a Palazzo Rosso, un esperimento che nelle speranze delle istituzioni servirà a rilanciare e promuovere ulteriormente il patrimonio culturale della città, soprattutto in vista di appuntamenti come i Rolli Days e il ponte del 2 giugno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento