Venerdì, 14 Maggio 2021
Cultura

Gli artisti genovesi espongono a Budapest

Ben 21 artisti, ivi compreso un gruppo di allievi del liceo artistico Klee-Barabino di Genova, esporranno le proprie opere nella prestigiosa location della capitale ungherese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Martedì 14 giugno 2016, alle ore 18, presso il Mkisz di Budapest, in Andrássy ut 6, inaugura la mostra collettiva "Artisti liguri a Budapest". Ben 21 artisti, ivi compreso un gruppo di allievi del liceo artistico Klee-Barabino di Genova, esporranno le proprie opere nella prestigiosa location della capitale ungherese sita nell'elegante viale alberato riconosciuto nel 2002 Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

L'evento è organizzato da Pietro Bellantone, responsabile dell'associazione culturale EventidAmare di Genova in collaborazione con alcune realtà artistico culturali ungheresi. Gode inoltre del patrocinio di Regione Liguria, Comune di Genova, ITA Italian Trade Agency, Camera di Commercio di Genova nonché del Liceo Artistico Statale Klee-Barabino di Genova.

In programma, dalle ore 18, gli interventi relatori ed introduttivi a cura dello stesso Pietro Bellantone; di Maria Csontos, presidente e segretaria dell'Associazione Culturale Liguria-Ungheria; di Márta Simonffy, presidente del Mkisz Associazione Ungherese degli Artisti d'Arte Figurativa e Applicata di Budapest e di Gian Luca Borghese, addetto culturale dell'Istituto Italiano di Cultura di Budapest.

Alle ore 18,30 inaugurazione della mostra con presentazione a cura del professor Daniele Grosso Ferrando, stimato storico e critico d'arte che così recensisce la mostra: «Giocare e creare sono il filo conduttore della mostra collettiva di artisti liguri a Budapest, un'esposizione che cementa l'amicizia culturale fra Italia e Ungheria e testimonia la vitalità e la ricchezza dell'ambiente artistico genovese. Le opere esposte indicano che il ritorno alla pittura e alla "manualità" dell'arte, iniziato nei primi anni '80 con la Transavanguardia e il Neoespressionismo, dopo le sperimentazioni anti/pittoriche degli anni '60 e '70, sia diventato una componente oramai irrinunciabile del panorama artistico contemporaneo. I lavori in mostra oscillano fra linguaggio figurativo e linguaggio astratto in una molteplicità di soluzioni e di esiti stilistici».

Al termine sarà disponibile un rinfresco con prodotti d'eccellenza liguri ed ungheresi a cura di Prodotti d'Amare e Mkisz.

L'esposizione resterà aperta al pubblico sino a domenica 10 luglio 2016. Ingresso libero tutti i giorni dal lunedì al venerdì con orario continuato 10-18, chiuso i festivi.

Per ulteriori informazioni contattare l'associazione EventidAmare al numero 348.15.63.966 o inviare mail all'indirizzo di posta elettronica eventidamare@libero.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli artisti genovesi espongono a Budapest

GenovaToday è in caricamento