Giovedì, 13 Maggio 2021
Cultura

La leggenda della Bella di Torriglia: chi era in realtà?

Secondo il proverbio, "tutti la vogliono e nessuno la piglia"

Immagine d'archivio

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare della Bella di Torriglia, figura leggendaria che - secondo il proverbio - tutti volevano ma nessuno la prendeva in moglie. Tanto che da questa storia è derivato un celebre detto in genovese, riutilizzato in molte altre occasioni: a l'é a bella de Torriggia: tutti a vêuan e nisciûn s'a piggia.

Ma chi era veramente la Bella di Torriglia, a cui, nel piccolo comune, è stata intitolata anche una famosa torta? Nessuno lo sa con precisione, ma ci sono tre figure che - secondo diverse fonti - sarebbero state adatte a ricoprire il ruolo: Rosa Garaventa, vissuta nella prima metà dell'800 e definita "Regina di Torriglia" dal periodico umoristico-letterario "Farfalla"; Clementina, vissuta nel '500, amante di Sinibaldo Fieschi, signore di Torriglia, e dunque "intoccabile" dai suoi compaesani; e infine Maria Traverso, vissuta nell'800, raffigurata dal pittore locale Pietro Lumachi.

Insomma, chiunque fosse la Bella, la storia è sempre la stessa: una donna bella, attraente, ma rimasta senza marito, dettaglio che all'epoca era destinato a suscitare la curiosità dei compaesani. Perché la Bella di Torriglia non trovò mai marito? I motivi possono essere tanti: nessuno si sarebbe azzardato a toccare l'amante del signore locale, nel caso di Clementina, oppure semplicemente per scelta della ragazza, opzione considerata oggi più che legittima, mentre nei secoli scorsi non voler prendere marito era considerato quantomeno stravagante.

Intorno alla sua figura sono nati diversi proverbi popolari, tra cui:

- A bella de Torriggia cô çento galanti a l'é morta figgia. (La bella di Torriglia con cento corteggiatori è morta signorina).

- A l'é a bella de Torriggia: tutti a vêuan e nisciûn s'a piggia, ma quando poi a s'é maiâ, tutti orieivan aveila sposâ. (È la bella di Torriglia: tutti la vogliono e nessuno se la piglia. Ma quando poi si è maritata, tutti avrebbero voluto averla in sposa).

- A dixe a figgia de Torriggia: chi vêu troppo, ninte piggia. (Dice la ragazza di Torriglia: chi troppo vuole, niente piglia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La leggenda della Bella di Torriglia: chi era in realtà?

GenovaToday è in caricamento