Cultura

Hanami, anche a Genova è "caccia" ai ciliegi in fiore

L'usanza giapponese di "guardare i fiori", diventata ormai un vero e proprio stile di vita, è uscita dai confini orientali per approdare anche nel resto del mondo. Superba compresa, dove la primavera porta un'esplosione di colori e profumi

Si chiama “hanami”, e più che un fenomeno naturale è un vero e proprio stile di vita che dall’Oriente è arrivato in Occidente in tutto il suo splendore: letteralmente “guardare i fiori”, l’usanza giapponese consiste nel godere dell’esplosione di colori e profumi della fioritura primaverile degli alberi, soprattutto dei ciliegi (sakura in giapponese) organizzando picnic e passeggiate con amici e parenti sotto una pioggia di petali.

L’hanami, tradizione millenaria legata al senso di rinascita simboleggiata dalla primavera e alla fragile bellezza del fiore del ciliegio, negli ultimi anni è uscita dai confini giapponesi (dove ogni anno a primavera migliaia di persone “migrano” verso i luoghi in cui la fioritura è più spettacolare) ed è diventato un momento imperdibile anche nel resto del mondo, Europa e Italia comprese. 

PAGINA SUCCESSIVA: CILIEGI A GENOVA, DOVE TROVARLI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hanami, anche a Genova è "caccia" ai ciliegi in fiore

GenovaToday è in caricamento