Coronavirus, slitta anche la 'storica' Festa della Focaccia di Recco: «Rimandata a data da destinarsi»

La festa che solitamente si svolge a fine maggio richiama ogni anno migliaia di turisti

La festa è ancora lontana, avrebbe dovuto tenersi come di consueto la quarta domenica del mese di maggio. Ma gli organizzatori, con senso di responsabilità, hanno deciso di rimandare la storica manifestazione a data da destinarsi.

Così in questo surreale 2020 slitta anche la Festa della Focaccia di Recco, appuntamento amatissimo e gettonato in tutta la regione e non solo. Troppi erano i rischi, considerato che l'emergenza non è ancora finita e, anche se i numeri caleranno, basterebbe poco per riaccendere focolai di questo virus molto contagioso, ricominciando a vivere nell'incubo. E ogni anno Recco viene letteralmente invasa da migliaia di turisti pronti a omaggiare la celebre focaccia al formaggio servita gratuitamente, per una giornata arricchita anche da giochi e varie attività collaterali per grandi e piccini.

Insomma non è il momento di rischiare, neppure per una manifestazione "simbolo" di una cittadina che si terrà a fine maggio, e dunque meglio essere chiari da subito anche per non sprecare preziose risorse ed energie: «La festa è al momento rimandata a data da destinarsi» si legge in un comunicato stampa ufficiale.

Non un addio, ovviamente, bensì dunque un arrivederci: sarà l'organizzazione a prendere la decisione di una nuova data quando le condizioni lo permetteranno.

La festa vede il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, di Regione Liguria, Città Metropolitana di Genova, Camera di Commericio di Genova, e la collaborazione di Pro Loco Recco, Ascom Recco, Civ Recco e Comitato di Piazza Gastaldi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • È arrivata la neve: le foto

  • Covid, Toti propone la "zona bianca”. E sul Natale: «Più libertà e qualche sacrificio dopo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento