La volta che Charlie Chaplin vinse la "Caravella d'Oro" a Genova

Il premio del Lido di Genova che veniva assegnato ai grandi dello spettacolo tra gli anni '50 e '70

Forse non tutti sanno che, tra gli anni '50 e gli anni '70, il Lido di Genova - per lungo tempo al centro della vita mondana della città, con grandi ospiti famosi a livello nazionale - ospitò anche un premio: la "Caravella d'Oro".

Era un riconoscimento dedicato ai grandi dello spettacolo, e naturalmente, trattandosi di Genova, non poteva che essere dedicato a Cristoforo Colombo. A ricevere il premio, nella raffinata struttura liberty che adesso non esiste più, volti molto noti della tv e della musica, come Carla Fracci, Vittorio Gassmann, Gino Paoli, Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Paolo Villaggio e tanti altri.

Come spiega Aldo Padovano in "Forse non tutti sanno che a Genova", nel 1967 l'organizzatore della manifestazione Rinaldo Rizzo decise di puntare molto in alto, dedicando la "Caravella d'Oro" di quell'anno niente meno che a Charlie Chaplin. Le speranze che l'attore si presentasse davvero a Genova per la premiazione erano poche, e infatti l'invito venne declinato, tuttavia Chaplin si mostrò molto cordiale, e inviò a Rizzo una lettera di ringraziamento: «Vi ringrazio moltissimo per l'onore che mi avete fatto offrendomi il premio "Caravella d'Oro". Sfortunatamente, a causa di alcune preoccupazioni a livello lavorativo, al momento non posso accettare alcun tipo di impegno. Sono comunque estremamente grato a lei e alla commissione per aver pensato a me in questo contesto, e voglio ringraziarvi ancora una volta per l'onore e la vostra gentilezza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era, in fin dei conti, la risposta che Rizzo si aspettava: la lettera di Chaplin, tuttavia, come si può immaginare, divenne un cimelio preziosissimo custodito dalla famiglia genovese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Pronto soccorso in affanno, troppi accessi per sintomi lievi: «Sbagliato, ecco quando dovete venire»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento