rotate-mobile
Cultura

Il maestro australiano Daniel Smith è il Direttore principale ospite del Carlo Felice

La nomina del giovane e talentuoso direttore d'orchestra è stata ufficializzata in mattinata dai vertici del teatro cittadino

Il consiglio d’amministrazione del Carlo Felice ha nominato Daniel Smith, giovane e talentuoso direttore d’orchestra australiano, direttore principale ospite del teatro del capoluogo ligure: la nomina è stata annunciata in mattinata alla presenza dell’ambasciatore australiano in Italia, Greg French, del sovrintendente Maurizio Poi, del direttore artistico Giuseppe Acquaviva e di un gruppo di imprenditori australiani e italiani interessati a rafforzare i rapporti tra i due paesi.

Il curriculum di Smith

Il maestro Smith, che ricopre anche la carica di ambasciatore della Cultura in Italia, si è conquistato il plauso internazionale dopo aver vinto il primo premio, il Golden Baton e il premio Orchestra’s Choice al Concorso internazionale di direzione d’orchestra Fitelberg dell’Unesco, e il secondo premio al prestigioso concorso Sir Geroge Solti. Il suo terzo successo è stato il primo premio al Concorso internazionale per direttori d’opera Luigi Mancinelli insieme al premio Orchestra’s Choice al Concorso internazionale di direzione d’orchestra Lutos?awski.

Nel suo curriculum vanta la direzione dell’orchestra Mariinnsy, primo australiano a farlo, la filarmonica di Londra, la sinfonia nazionale della Rai in Italia e la filarmonica nazionale di Varsavia e l’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e della sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Ha inoltre ha diretto in eventi come World Expo, Stars of the White Nights, Mozarteum Festspiele, Järvi Summer Festival, Estate Musicale Chigiana, Aspen Music Festival, Sydney Olympic Arts Festival, MiTo Festival e i Proms, Cracovia.

«La nomina del maestro Daniel Smith segna un significativo sviluppo nelle relazioni culturali tra Italia e Australia e rappresenta un riconoscimento riccamente meritato e importante per uno dei più emozionanti e talentuosi giovani direttori australiani, in uno dei principali teatri italiani - è stato il commento dell’ambasciatore Greg French -  Sono sicuro che attraverso la presenza di Daniel a Genova avremo l’opportunità di promuovere ulteriormente gli scambi nel settore musicale e culturale tra Australia e Italia, nonché di assistere ad un maggiore scambio tra gli artisti stessi. Questo sviluppo dei legami culturali si accompagna a un maggiore impulso a cui stiamo assistendo nella relazione politica, economica e scientifica fra le nostre due nazioni, che si fondano sui principi condivisi di libertà e rispetto dei diritti e della dignità di ciascuna persona.»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maestro australiano Daniel Smith è il Direttore principale ospite del Carlo Felice

GenovaToday è in caricamento