Teatro della Corte pieno per la lezione di Storia del professor Barbero

Una sala popolata da generazioni diverse di pubblico con tantissimi giovani e persone arrivate un po’ da tutta Italia, persino da Bari. La lezione intitolata “Camillo Benso di Cavour, il calcolo e l’occasione” è stata presieduta da un relatore d’eccezione come il professore Alessandro Barbero

Grande successo al Teatro della Corte di Genova per la lezione di Storia del professor Alessandro Barbera di domenica 13 ottobre 2019, terzo  appuntamento delle Lezioni di Storia, curate dal Teatro Nazionale di Genova in collaborazione con gli Editori Laterza.

Una sala popolata da generazioni diverse di pubblico con tantissimi giovani e persone arrivate un po’ da tutta Italia, persino da Bari. La lezione intitolata “Camillo Benso di Cavour, il calcolo e l’occasione” è stata presieduta da un relatore d’eccezione come il professore Alessandro Barbero.

Giunta alla sua terza edizione, l’appuntamento con le Lezioni di Storia si è consolidato di stagione in stagione, aumentando ogni anno la presenza media di partecipanti e diventando un’ottima consuetudine per il pubblico ligure e non solo basti pensare che già nelle prime tre lezioni di questa edizione, c’è stata una presenza media di oltre 500 persone.

La prossima lezione, prevista per domenica 20 ottobre, sempre alle ore 11 al Teatro della Corte, avrà per protagonista un altro grande ambasciatore dell’italianità nel mondo: il gastronomo Pellegrino Artusi, raccontato dal Professore Massimo Montanari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento