La Fondazione Compagnia di San Paolo lancia un bando di sostegno alla cultura

Il bando punta alla sopravvivenza, promozione e rilancio dei presidi territoriali culturali e civici

La Fondazione Compagnia di San Paolo, nell'ambito dell'Obiettivo Cultura - Missione partecipazione, lancia il bando “Rincontriamoci: sostegno agli spazi culturali, civici e d'incontro del territorio” finalizzato alla sopravvivenza, promozione e rilancio dei presidi territoriali culturali e civici che al termine dell'emergenza Covid-19 svolgeranno il compito di restituire fiducia nelle relazioni, nella prossimità e più in generale nella partecipazione attiva.

Il progetto, con una disponibilità complessiva di 1.5 milioni di euro, costituisce una misura di intervento per quelle realtà che rappresentano, sul piano culturale e civico, dei presidi territoriali fondamentali, che non si situano nel panorama principale di intervento della Compagnia. Tali centri culturali e civici saranno una risorsa fondamentale per la ricostruzione di relazioni fra i cittadini a emergenza superata, ma rischiano alle attuali condizioni di chiudere la propria attività, privando così il momento della auspicata ripartenza di una risorsa culturale, sociale e civica imprescindibile.

In questi giorni l’Italia è impegnata a fronteggiare gli effetti del Covid19 concentrandosi giustamente sull’emergenza sanitaria. Pur nell’impossibilità di prevedere precisamente tempi e modalità di rientro alla “normalità”, è certo che gli effetti del distanziamento personale prolungato e della socialità senza contatto si faranno sentire e si avvertirà il bisogno di ricostruire lo stare e il fare insieme restituendo centralità al concetto di partecipazione attiva.

I presidi civici e culturali diffusi capillarmente sul territorio, sia quelli presenti e attivi da anni sia quelli nati negli ultimi tempi, avranno un ruolo in questo processo di re-innesco; siamo però consapevoli che tali spazi rischiano di rimanere ai margini del sostegno del settore pubblico e delle Fondazioni e rischiano nelle attuali condizioni di chiudere o sospendere sine die la propria attività, privando così il momento della ripartenza di una risorsa culturale, sociale e civica fondamentale.

Il bando è rivolto a spazi aperti al pubblico ed alla cittadinanza con frequenza costante e di facile accessibilità, gestiti o co-gestiti da enti ammissibile all’erogazione di contributi della Compagnia che fungono da presidi culturali e civici dedicato ad un territorio o una loro comunità specifica e quindi caratterizzati da una forte relazione con chi li frequenta. Il bando si rivolge agli enti sui territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

I richiedenti dovranno fornire una bozza di piano di mantenimento e rilancio della propria attività in funzione della situazione attuale e quale tipo di investimento sarebbe utile per prepararsi a svolgere il proprio ruolo nel futuro prossimo, quale riorientamento delle attività alla luce di nuove condizioni e bisogni emersi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le iniziative dovranno essere presentate entro il 4 maggio 2020 all’indirizzo mail missionepartecipazione@pec.compagnia.torino.it, con oggetto nome dell’ente proponente e nome del bando “RINCONTRIAMOCI_ sostegno agli spazio culturali, civici e d’incontro del territorio”. Per accedere al bando consultare il sito compagniadisanpaolo.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento