Artisti genovesi si esibiscono in Vaticano

La soprano genovese Irene Cerboncini e gli allievi dell'orchestra del Conservatorio di Genova hanno cantato per Papa Francesco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Il 31 ottobre scorso la voce del soprano genovese Irene Cerboncini e gli strumenti degli allievi dell’orchestra del Conservatorio di Genova hanno riempito di note la Sala Nervi del Vaticano, in occasione del ricevimento in forma privata dell’Ucid, Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti

Irene Cerboncini si è esibita davanti a Papa Francesco interpretando una suggestiva versione dell’”Ave Maria” tratta dall’Otello di Giuseppe Verdi e la canzone argentina “Luca Tucumana” di Atuhualpa Yupanqui, scelta in omaggio al Pontefice.

Un momento che segna una svolta nella carriera dell’artista, la quale, al termine dell’esibizione, ha dichiarato commossa «quando il Santo Padre mi ha stretto la mano e sorriso mostrandomi il pollice in segno di approvazione ho provato un’emozione unica, come non mi era mai capitato prima anche nei più grandi teatri del mondo». 

I più letti
Torna su
GenovaToday è in caricamento