Stefano Bollani live @ Carlo Felice

La Stagione Sinfonica 2014 del Teatro Carlo Felice prosegue venerdì 11 aprile alle ore 20.30 con il quattordicesimo concerto sinfonico corale.

Sul podio a dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro Carlo Felice, Wayne Marshall; ritenuto uno dei più rinomati interpreti di Gershwin e di molti altri autori americani contemporanei, è considerato anche uno dei musicisti più versatili ed estrosi dei nostri tempi, già applaudito nella precedente stagione del Carlo Felice nella duplice veste di direttore e pianista solista.

Al pianoforte, Stefano Bollani, che ha oramai alle spalle una straordinaria carriera iniziata a soli 15 anni suonando sia con gruppi pop-rock che con gruppi jazz. Dopo l’incontro del 1996 con Enrico Rava, suona con lui sui palchi di tutto il mondo ed insieme incidono 13 dischi pluripremiati. Il suo repertorio, con invasioni continue nella musica classica, lo porta a collaborare con importanti Orchestre italiane e straniere. Bollani è un puzzle di musica, di simpatia, di estemporaneità che si fondono in continuazione per poi cogliere e plasmare i suoni in un continuo dialogo fra improvvisazione e canzone, pubblico e pianista.

Uno straordinario concerto, in cui verrà eseguita, nella prima parte della serata, la celebre West Side Story, Suite n.2, capolavoro del musical della seconda metà del XX secolo, di Leonard Bernstein, ispirata alla vicenda di Romeo e Giulietta e trasposta dall’autore nel rude clima delle gang newyorchesi degli anni cinquanta; quattro brani danzanti che trasmettono l’appassionata vitalità modernista degli USA (il musical originale fu un grande successo a Broadway nel settembre del 1957). All’esecuzione di questo brano partecipano anche i giovani cantanti dell’EOS-Ensemble Opera Studio.

A seguire, la suggestiva Rhapsody in Blue di George Gershwin, dinamica serie di quadri di “jazz sinfonico”, ricca di miriadi di idee musicali e fertilissimi stimoli creativi, commentata dall’autore come “una sorta di policroma fantasia, un caleidoscopio musicale dell’America, col nostro miscuglio di razze, il nostro incomparabile brio nazionale, i nostri blues, la nostra follia metropolitana”.

A conclusione il Concerto in Sol per pianoforte e orchestra, composto negli anni venti da Maurice Ravel eseguito per la prima volta alla Salle Pleyel di Parigi nel 1931, reca evidenti segni di jazz nella prima e terza parte, nell’uso del blues notes, nelle intonazioni fluttuanti caratteristiche dell’estetica afroamericana e perfettamente funzionali anche con le armonie impressioniste dell’epoca.

Alle ore 19.00, precederà il concerto una breve conferenza introduttiva, a cura di Guido Festinese. Il Teatro, quindi, sarà aperto al pubblico a partire dalle ore 18.45.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Escursione alla scoperta della via dell’acqua: l’acquedotto del '600, la valle del Geirato e i prati Casalini

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Molassana
  • Tour fotografico di Castello Coppedè

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
  • "Genova città fragile": c'è tempo fino a maggio per partecipare alla call

    • Gratis
    • dal 9 febbraio al 11 maggio 2021
  • Claudia Ottone: la comunicazione emozionale

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Palazzo Grimaldi della Meridiana
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento