Serata metal con gli Extrema al Crazy Bull

Sabato 7 febbraio alle ore 21 sale sul palco del Crazy Bull Cafè di via Eustachio Degola a Sampierdarena serata speciale dedicata al metal con Denial, Toolbox Terror, Not Rux e ospiti d'onore gli Extrema, band di livello internazionale. Ingresso 15 euro.

EXTREMA

Nati dall'iniziativa del chitarrista Tommy Massara esordirono con l'EP We Fuckin' Care nel 1987, dallo stile aggressivo e contenente solo quattro canzoni impregnato di influenze dai gruppi thrash più classici. Una settimana prima dell'uscita suonarono come apertura all'unica data italiana degli Slayer del tour di Reign in Blood è il 7 maggio 1987. Il primo album invece, uscì sei anni dopo nel 1993, intitolato Tension at the Seams (Contempo Records), considerato uno degli album fondamentali del metal italiano.[1] Il disco viene apprezzato della stampa internazionale per la qualità della scrittura e della produzione con un cantato diverso da quello degli album successivi (GL preferisce usare in questo album una voce pulita e molto più limpida) e una sezione ritmica che riprende anche dal funky. Tra i pezzi più rappresentativi sono da citare Join Hands, Child o' Boogaow, Displaced e Modern Times.Grazie a questo successo arrivò ad aprire molti concerti per gruppi del calibro di Metallica e Vasco Rossi, arrivando nell'arco di una settimana a suonare davanti a più di 130.000 persone, cosa che nessuna band netal italiana del tempo era riuscita a fare. Da questi eventi ne viene ricavato un EP Live intitolato Proud Powerful and Alive edito a settembre del 1994 contenente una cover di Too Drunk Too Fuck dei Dead Kennedys. Il secondo album The Positive Pressure (of Injustice) vede la luce nel 1995 e la band punta maggiormente a semplificare il sound dei primi lavori optando per un suono più massiccio e compatto che può ricordare a tratti quello dei Pantera, ottenendo un buon successo ma dividendo i pareri dei fan (della canzone Money Talks sarà girato anche un video). Gli anni successivi sono caratterizzati da alti e bassi. Collaborazione con gli Articolo 31. Nel 1996 compongono con gli Articolo 31 nel singolo Mollami, ed fu polemica soprattutto da parte dei "metallari" più conservatori (è il periodo del nu-metal). L'esperimento si ripeté nel 1999 con Vai bello 666, brano che stavolta comprende la partecipazione dell'intera crew della Spaghetti Funk. L'AC Milan in onore del suo centenario chiese alla band di comporre un inno metal dedicato alla squadra il titolo della canzone: Dai tempi del Paron. Le influenze rapcore si ripercuotono anche nel terzo album del gruppo milanese, Better Mad Than Dead che vede la luce soltanto nel 2001. Come immaginabile, in questo disco si accentua lo stile hardcore e crossover molto in voga nel periodo statunitense. Successivamente, nel 2003 la band farà uscire una raccolta di Remix, B-side e i pezzi sopra citati con il titolo di And the Best Has Yet to Come uscito per About Rock Records/Sony Music. Il gruppo suona nei principali eventi metal nazionali (Heineken Music Festival, Flippaut, Gods of Metal. Nel 2013 è uscito il sesto album intitolato The Seed of Foolishness.

Ingresso 15 euro. Informazioni:invalid_image.gif010 4694923invalid_image.gif3470553413.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Dany Franchi Duo: il concerto del Count Basie è on line

    • Gratis
    • 5 marzo 2021
    • Count Basie Jazz Club

I più visti

  • Mercato dei Produttori, a Genova i prodotti tipici delle vallate

    • Gratis
    • dal 6 febbraio al 7 marzo 2021
    • Eataly
  • Genova in nero: alla scoperta della città attraverso misteri e delitti

    • solo oggi
    • 28 febbraio 2021
    • MaddAlive
  • "San Valentino... innamorati a Camogli": il programma dell'edizione 2021, le novità, cosa sarà possibile fare

    • Gratis
    • dal 6 al 28 febbraio 2021
  • Visita alla fioritura del camelieto storico di Villa Durazzo Pallavicini

    • dal 20 febbraio al 5 aprile 2021
    • Villa Durazzo Pallavicini
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento