“Canti d’amor lontano”, musica medievale nel centro storico

Nell'ambito della rassegna "La voce e il tempo", il 21 settembre alle ore 19, Genova ospita nello splendido complesso di S. Maria di Castello un interessante programma di musica vocale medievale: "Canti d'amor lontano", interpretato da Vera Marenco & Sidorela.

Il programma della serata propone una selezione di liriche provenzali, dai testi di grande intensità, che parlano di prigionia, distacco amoroso, lontananza, ricordo; sono i canti di un'umanità che, costretta a fare i conti con la precarietà della vita, trova un riscatto nei valori "alti" della fedeltà, del sacrificio, dell'amore, della Fede.

Dio, la guerra santa, i viaggi per mare, il distacco amoroso, e poi la prigionia, la lontananza, il ricordo, il canto d'amore, il coraggio delle donne: sono i temi delle più belle liriche trobadoriche composte tra il XII e il XIII secolo. Chevalier mult est guaritz è il più antico canto tra i canti di crociata, e reca un riferimento alla caduta di Edessa in mano araba, durante la II crociata (1144), mentre Ara pot hom si deve ad uno dei più noti trovatori provenzali, nonchè ispiratore di Petrarca, Raimbaut de Vaqueiras.

Ja nuns hons pris è la celebre canzone di prigionia attribuita a re Riccardo Cuor di Leone, mentre Chanterai por mon corage racconta la preoccupazione e il dolore di una donna il cui amato è destinato a partire per la guerra, come è di una donna la voce che chiede notizie al mare sul ritorno del suo innamorato in Ondas do mar, dalle Cantigas de Amigo di Martin Codax. Nel rondeau A Dieu comant amourette di Adam de la Halle, l'ultimo dei trovieri, si dice dolcemente addio agli amori che si lasciano al momento di partire. Il programma si completa con due composizioni contemporanee: Canto di sirene è un canto femminile, evocativo, di straniamento, che suggerisce lontananza e desiderio, mentre Deus lo volt è stato composto su un testo legato alla leggenda della Crociata dei fanciulli del 1212, secondo cui migliaia di ragazzi trovarono la morte o la prigionia durante una spedizione in Terrasanta.

Vera Marenco - voce, viella, pizzichi

Bianca Albites Coen - voce, arpa, percussioni

Elisa Albites Coen - voce, viella, percussioni

Susanne Cambi - voce, pizzichi, percussioni

Sofia Ghersina - voce, flauti, percussioni

Programma della serata

Chevalier mult estes guaritz Anonimo, XII sec.

Ja nuns hons pris Riccardo Cuor di Leone, fine XII sec.

Chanterai por mon corage Gujot de Dijon, inizio XIII sec. - Chanson de croisade

A Dieu comant amouretes Adam De la Halle (124?-1288) - Rondeau

Seigneur sachiez Thibaut de Champagne, inizio XIII sec.

Belle doette Anonimo, XIII sec. - Chanson de toile

Canto di Sirene Vera Marenco (2011)

Ondas do mar Martin Codax, metà XIII sec. - Cantiga de amigo

Deus lo volt Vera Marenco (2012)

Ara pot hom Raimbaut de Vaqueiras (1165-1207)

Mercoledi 21 Settembre - ore 19

Chiesa di Santa Maria di Castello - Genova

Ingresso offerta minima euro 5,00

Il concerto sarà preceduto martedì 20 settembre alle ore 18 dalla conferenza della Prof.ssa Ida Garzonio "Trovatori-trovatrici: donne da oggetto a soggetto di poesia".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Dany Franchi Duo: il concerto del Count Basie è on line

    • Gratis
    • 5 marzo 2021
    • Count Basie Jazz Club

I più visti

  • Mercato dei Produttori, a Genova i prodotti tipici delle vallate

    • Gratis
    • dal 6 febbraio al 7 marzo 2021
    • Eataly
  • Genova in nero: alla scoperta della città attraverso misteri e delitti

    • solo oggi
    • 28 febbraio 2021
    • MaddAlive
  • "San Valentino... innamorati a Camogli": il programma dell'edizione 2021, le novità, cosa sarà possibile fare

    • Gratis
    • dal 6 al 28 febbraio 2021
  • Visita alla fioritura del camelieto storico di Villa Durazzo Pallavicini

    • dal 20 febbraio al 5 aprile 2021
    • Villa Durazzo Pallavicini
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento