menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Wifi: una mappa per sapere dove navigare, ma si pagherà sempre uguale

Prima di poter promuovere o bocciare un servizio bisogna provarlo. Per questo la nuova iniziativa patrocinata dal Comune sulla connessione internet wifi desta subito qualche perplessità

Prima di poter promuovere o bocciare un servizio bisogna provarlo. Per questo la nuova iniziativa patrocinata dal Comune sulla connessione internet wifi desta subito qualche perplessità. Intanto perché agli indirizzi web dove si dovrebbero trovare ulteriori informazioni ci si imbatte nel comunicato seguente o nella scritta «Nei prossimi giorni verranno pubblicati tutte le informazioni su come aderire al progetto».

 

Non proprio un avvio con il botto. Per di più l'entusiasmo generato dalla parola wifi è subito mitigato da quella che poi realmente è la portata della novità. Cosa cambia per il cittadino che vorrà connettersi a internet? Se qualcuno deciderà di elaborare i dati raccolti con questo nuovo progetto, magari creando un'app ad hoc, chi vorrà connettersi ad internet potrà farlo recandosi in uno dei locali aderenti al progetto.

Insomma, invece di attendere la comparsa dell'icona wifi sul proprio smartphone o tablet, si potrà recarsi direttamente in uno dei luoghi aderenti al progetto. E i costi? Non cambiano. Dove prima era necessario sborsare denaro per navigare, così continuerà a essere. Nei locali dove internet era gratuito, continuerà a esserlo. La vera novità, per il momento, sembra più rivolta agli addetti ai lavori, che potranno disporre di un censimento dei locali dove è disponibile una connessione internet.

Un piccolo passo avanti, seppur ancora difficile da quantificare in termini di benefici per il consumatore, è sempre meglio di niente. Ma questo progetto suona tanto come un modo per fare qualcosa, laddove non ci sono i soldi per fare quello che si vorrebbe.

Di seguito la nota con cui il Comune ha annunciato il progetto.

Una mappatura gratuita dei locali e degli esercizi di vicinato che forniscono il wifi mettendolo a disposizione del pubblico - gratis o a pagamento -, per consentire a tutti, e in qualsiasi momento, di reperire la connessione più vicina, gustare un caffè controllando la posta, fare shopping condividendo i propri acquisti sul web, inviare a casa una foto dei luoghi appena visitati e tanto altro. Questo, in sintesi, è “#OGWiFi - IL WIFI A GENOVA IN UN CLICK”, progetto di Open Genova realizzato in collaborazione con Confesercenti e patrocinato dal Comune di Genova.

Principali caratteristiche del progetto
Il progetto è open in tutti i sensi, i dati sono infatti raccolti con licenza Creative Commons 3.0 affinché possano essere utilizzati e messi a disposizione di tutti. Qualsiasi impresa, socia o non socia, può aderire in maniera totalmente gratuita ed in qualsiasi momento, semplicemente compilando la modulistica. Qualsiasi associazione - culturale, di volontariato o di categoria - può sostenere il progetto e diventarne partner. L'intero progetto #OGWiFi è realizzato esclusivamente grazie al contributo volontario di persone che vi lavorano dedicando il proprio tempo e la propria passione allo scopo di fare qualcosa per Genova. Tutti gli esercizi inseriti saranno geolocalizzati e avranno a disposizione una scheda sintetica, in italiano e inglese, contenente le caratteristiche della connessione wifi, i contatti dell'attività e, se lo desidereranno, una breve descrizione del locale/esercizio e/o il link al proprio sito/pagina facebook/account twitter o eventuali foto. Tutto il materiale del progetto, descrizione, schede di adesione e contatti, può essere reperito sui siti www.opengenova.org e www.confesercentiliguria.it .

«Lo sviluppo del wifi libero rientra tra gli obiettivi di questa Amministrazione che, con convinzione, ha patrocinato l’iniziativa proposta da Confesercenti - dichiarano gli assessori Francesco Oddone e Isabella Lanzone -. Sempre più persone sono alla ricerca di ambienti dove connettersi alla rete in modo semplice e gratuito, sia per lavoro sia per svago. La mappatura degli esercizi wifi è un’iniziativa preziosa e costituirà un ottimo strumento di supporto a cittadini e visitatori. Gli esercenti genovesi hanno già da tempo compreso l’importanza di offrire questo servizio aggiuntivo che contribuisce a migliorare la qualità della proposta commerciale e di quella turistica della nostra città, questo progetto servirà a valorizzare anche la loro iniziativa».

«Open Genova - spiega il responsabile del progetto, Enrico Alletto - nasce con l'obiettivo primario di stimolare l'innovazione nella nostra città anche attraverso collaborazioni con realtà “aperte” che già operano sul territorio. Il Progetto #OGWiFi copre in una sola volta almeno tre dei nostri temi: Open Data, Free WiFi e sviluppo della banda larga. Sviluppatori esterni potranno per esempio accedere ai dati da noi messi a disposizione sotto licenza Creative Commons 3.0 e ricavarne un’app per smartphone. Noi pensiamo che questo progetto potrà fare da volano alla diffusione della connettività e dei servizi ad alto contenuto tecnologico a Genova. L'associazione lavora da ormai oltre un anno in questa direzione».

«Ringrazio Open Genova per averci offerto l'opportunità di collaborare a questo progetto - sottolinea Andrea Dameri, direttore di Confesercenti Genova -. Per noi si tratta di uno strumento utile a valorizzare tutte le imprese che già oggi a Genova offrono il WiFi e ad incentivarne l'utilizzo coerentemente con le politiche del Comune e di Genova Smart City. OGWiFi rappresenta un tassello ulteriore nella costruzione del sistema di accoglienza della città».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento