rotate-mobile
Economia

Nuovo traghetto per lo stretto di Messina: la commessa a San Giorgio del Porto e Mariotti

Società e cantiere genovesi si occuperanno di costruire e consegnare a giugno 2020 un'imbarcazione lunga 147 metri e larga 19 metri per Rfi: un investimento da 48 milioni

Nuova commessa da parte di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs) per l’associazione temporanea di imprese composta da Mariotti Spa, Officine Meccaniche Navali e Fonderie San Giorgio del Porto. 

Si tratta di una nave traghetto - tecnicamente “Roll-on/roll-off” - un’imbarcazione con vano di imbarco per veicoli e carichi lunga 147 metri, larga 19 metri, con portata da 2.500 tonnellate, e velocità massima 18 nodi che verrà usata per i collegamenti nello Stretto di Messina. L’associazione temporanea di imprese si è aggiudicata la gara europea, e dietro un investimento complessivo di oltre 48 milioni di euro si è impegnata a realizzare la nave in 14 mesi nei propri cantieri.

Consegna prevista dunque per giugno 2020, oltre un anno di lavori in cui verranno sviluppate le nuove tecnologie di cui la nave traghetto verrà dotata.  Il sistema di governo sarà garantito da tre propulsori azimutali a passo variabile, e per garantire la massima manovrabilità nelle operazioni di ormeggio/disormeggio e carico/scarico saranno installate due eliche trasversali di manovra.

Dalla celata di prora, attraverso il ponte mobile, saranno effettuate tutte le operazioni di carico/scarico di carrozze e carri ferroviari. Gli eventuali mezzi gommati, invece, potranno accedere al ponte di carico dal portellone di poppa e da quello laterale, oltre che dalla celata di prora. La nuova nave traghetto sarà certificata dal Registro Italiano Navale e avrà anche il marchio “Green Plus” che la identificherà come un mezzo “ecofriendly”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo traghetto per lo stretto di Messina: la commessa a San Giorgio del Porto e Mariotti

GenovaToday è in caricamento