menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terzo Valico, dal Cipe 1,6 mliardi per il quarto lotto

A pochi giorni da Ferragosto, via libera del Comitato interministeriale per la programmazione economica al finanziamento della nuova tranche di lavori per il completamento dell'Alta Velocità Genova-Milano

A pochi giorni da Ferragosto, via libera del Cipe al finanziamento del quarto lotto dei lavori per il Terzo Valico: il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha inserito all’interno dell’aggiornamento 2016 del contratto di programma tra Ministero dei Trasporti e Rfi lo stanziamento 1,63 miliardi di euro per il completamento dell’Alta Velocità Genova-Milano, che consentiranno di portare a termine le infrastrutture principali dell’opera, tra cui la galleria a doppia canna che supererà il valico e le due gallerie che ripristinano il collegamento con Voltri.

«La decisione del Cipe di finanziare il quarto lotto del Terzo Valico rompe definitivamente l'isolamento in cui la Liguria è rimasta per troppi anni - ha commentato soddisfatto il governatore ligure, Giovanni Toti - Il finanziamento costituisce anche una svolta per l’occupazione: significa lavoro per centinaia e centinaia di persone fin dai prossimi mesi anche sul nostro territorio. Ci auguriamo che tutti i soggetti interessati, da Rfi fino alla Corte dei Conti, facciano propria al più presto questa decisione politica, per renderla pienamente esecutiva senza perdere ulteriore tempo».

A oggi tre dei sei lotti in cui è stato suddiviso il Terzo Valico sono già operativi, due già in corso di realizzazione, il terzo che sta per essere cantierizzato, per un totale di spesa di oltre 6 miliardi di euro complessivi: «Nessuno potrà più mettere in discussione il completamento di quest’opera - ha aggiunto l’assessore regionale alle Infrastrutture, Giacomo Giampedrone, che ieri ha partecipato alla riunione del Cipe a Roma - La ricaduta occupazionale locale è uno degli elementi fondamentali di queste tipologie di grandi appalti nazionali, a fronte dei disagi sopportati dai territori interessati dalle lavorazioni, in parte compensati da queste assunzioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento