Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Crisi covid: saldi posticipati al 29 gennaio e stop alle promozioni, ma si salva il Black Friday

Niente vendite promozionali dal 30 novembre al 20 gennaio per supportare i commercianti, ma il 27 novembre resta una giornata all'insegna degli sconti

I saldi invernali in Liguria inizieranno in ritardo rispetto al solito per andare incontro ai commercianti, colpiti duramente dalla pandemia da coroanvirus e dalla crisi che ne è derivata.

Le promozioni partiranno il 29 gennaio 2021 e andranno avanti per 45 giorni, sino al 15 marzo. Nei due mesi precedenti, dal 30 novembre in poi, non sarà inoltre concesso di fare vendite promozionali, anche se si salva il "Black Friday", la giornata di sconti che precede il Natale importata dagli Stati Uniti e fissata quest'anno al 27 novembre.

«In questo momento di difficoltà - spiega l'assessore regionale allo Sviluppo economico e al Commercio, Andrea Benveduti - non possiamo permetterci di abbassare la guardia e ogni intervento in favore delle nostre categorie economiche può rappresentare un sostegno al nostro tessuto imprenditoriale. Così come avvenuto per i saldi estivi, anche quelli invernali subiranno un rinvio rispetto al consueto inizio. Una decisione presa in accordo con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative del territorio».

«Le restrizioni imposte dai Dpcm governativi - aggiunge Benveduti - hanno provocato ricadute pesantissime su tutta l'economia ligure, comportando agli esercizi commerciali una quasi totale assenza di incassi. Riteniamo dunque opportuno accogliere le richieste di Confcommercio e Confesercenti, in quanto siamo convinti che sia necessario concedere un un po' più di respiro alle categorie economiche, costrette a fare i conti anche con il timore che spinge in questo momento i cittadini a limitare gli acquisti negli esercizi commerciali».

Proprio i commercianti, intanto, si preparano al Natale: nei giorni in cui si parla molto della campagna partita in Francia per boicottare Amazon, anche a Genova sono tante le persone che invitano ad andare nei negozi di quartiere per effettuare gli acquisti, in modo da supportare l'economia locale. Con l’ingresso della Regione Liguria in zona arancione, inoltre, parecchia confusione si era generata sull’apertura dei negozi, aumentando le difficoltà.

Sull’argomento era intervenuta anche Federmoda Confcommercio Genova: «I negozi di abbigliamento, calzature, accessori e tessile sono regolarmente aperti con orario normale - aveva chiarito Manuela Carena, vicepresidente vicario di Federmoda Genova - Già da mesi in tantissimi si sono organizzati per le consegne a domicilio e le spedizioni, per la vendita online e tramite i social network. Quindi invitiamo i cittadini a contattare i propri negozi moda di fiducia e a seguirli sui social perché il Natale si avvicina e sarà importantissimo in questo momento così difficile supportare la città anche scegliendo i negozi di vicinato genovesi per i propri acquisti, perché no anticipando di qualche settimana lo shopping natalizio. Potremo quindi acquistare con ancora più serenità e sicurezza. Supportiamo la nostra città, compriamo nei negozi moda della nostra città e della nostra regione».

Black Friday: scopri tutte le offerte

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi covid: saldi posticipati al 29 gennaio e stop alle promozioni, ma si salva il Black Friday

GenovaToday è in caricamento