menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti: Lazio e Liguria le regioni con le tariffe più alte

Se hanno poco da sorridere i cittadini laziali e romani, costretti a pagare in media a testa 220 euro e 32 centesimi per il 2014, i liguri spendono poco meno, 212,74 euro

Uno studio di Confartigianato a messo a confronto le tariffe per la gestione dei rifiuti nelle varie regioni italiane. La Liguria è risultata seconda, subito dopo il Lazio, nella classifica delle zone dove la tariffa è più alta.

Se hanno poco da sorridere i cittadini laziali e romani, costretti a pagare in media a testa 220 euro e 32 centesimi per il 2014, i liguri spendono poco meno, 212,74 euro. Non va molto meglio in Toscana, con i suoi 210,30 euro medi pro capite.

Scorrendo la classifica troviamo Sicilia (164,42), Puglia (163,60), Abruzzo (162,86), Piemonte (157,61), Marche (143,56) e Basilicata (140,50). A seguire Lombardia e Veneto (137,35), Friuli-Venezia Giulia (130,77) e Trentino-Alto Adige (130,68).

Un altro dato rilevante è rappresentato dall'aumento degli ultimi cinque anni nell'intero Paese, dove si è registrato un +22,6%, mentre l'inflazione si è fermata all'8%. L'aumento medio nell'Eurozona è stato del 9,8%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento