menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, bilancio 2014 'asciugato' per stare sotto i 5 miliardi

Confermato il biglietto unico integrato, i finanziamenti al trasporto pubblico locale e al welfare; sì alla norma salva teatri; mantenuta nel 2014 l'imposta sulla benzina per far fronte ai danni alluvionali

Nella sua relazione alla Legge finanziaria, al Collegato alla finanziaria e al Bilancio di previsione 2014 l’assessore alle Risorse finanziarie e controlli, patrimonio e ammistrazione generale Sergio Rossetti ha spiegato che il bilancio di previsione 2014 risente degli effetti delle diverse manovre statali che si sono susseguite negli anni 2010, 2011, 2011 e 2012.

Un quadro di tagli aggravato dal patto di stabilità interno delle Regioni a statuto ordinario e dal fatto che le Regioni e le altre amministrazioni locali non dispongono ancora di un quadro definitivo su quali saranno le disposizioni della legge di stabilità 2014 ancora al vaglio del Governo.

In sintesi: confermato il biglietto unico integrato, i finanziamenti al trasporto pubblico locale e al welfare; sì alla norma salva teatri; volontà della Regione di esentare i redditi minimi dall’addizionale Irpef; sarà mantenuta nel 2014 l’imposta sulla benzina per far fronte ai danni alluvionali.

Venendo alle nude cifre. Rossetti ha spiegato che le risorse effettive iscritte nel bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 ammontano a 4.936 milioni di euro. Si tratta di un bilancio rigido anche perché una recente sentenza della Corte Costituzionale ha disposto che nel bilancio di previsione non è possibile disporre di un avanzo presunto per il finanziamento di spesa a carattere discrezionale. Quest’ultima potrà trovare eventualmente copertura in sede di assestamento di bilancio.

L’assessore ha poi esposto le spese per le diverse aree per il triennio.

Area Istituzionale: 93,9 milioni di euro inclusa la spesa per l’Assemblea legislativa regionale con 25 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014/2016.

Programmazione Comunitaria, Statale, Regionale: 256,3 milioni di euro.

Piano di Sviluppo Rurale: nel bilancio regionale è stanziata la sola quota di cofinanziamento della Regione, mentre i cofinanziamenti comunitario e statale vengono direttamente erogati ai beneficiari attraverso l’AGEA. Il finanziamento degli Accordi di Programma Quadro (APQ) ammonta a 131,6 milioni di euro.

Accordo di programma per il polo siderurgico di Genova-Cornigliano: 28,8 milioni di euro con uno stanziamento complessivo per i contratti di quartiere di 8,5 milioni di euro.

Territorio: 10,3 milioni di euro.

Ambiente: 37,3 milioni di euro.

Infrastrutture: 3,66 milioni di euro.

Mobilità e Trasporti: 747 milioni di euro. Di questi la spesa corrente per la gestione del trasporto pubblico locale ammonta a 692,2 milioni di euro per il triennio.

Edilizia: 21,3 milioni di euro.

Sicurezza ed Emergenza: 168 milioni di euro, di cui 30,7 milioni di euro correnti, 4 milioni di euro in conto capitale e 133,3 milioni di euro per rimborso mutui.

Sanità: 10.102,9 milioni di euro. Il fondo sanitario nazionale (spesa corrente) pesa per 9.583,3 milioni di euro.

Area Persona, Famiglia, Associazioni: 115,5 milioni di euro.

Istruzione, Formazione, Lavoro: 91,6 milioni di euro.

Cultura, Sport, Tempo Libero: 10 milioni di euro.

Agricoltura, Economia Montana: 18,8 milioni di euro.

Industria e Piccola e Media Impresa: 2 milioni di euro, di cui 1,8 milioni di euro in conto capitale.

Commercio, Fiere, Mercati: 5,1 milioni di euro.

Artigianato: 2,8 milioni di euro.

Turismo: 15,7 milioni di euro.

Area Gestionale: 1.087 milioni di euro di cui per risorse umane 165,8 milioni di euro; spesa di funzionamento 70,9 milioni di euro; spesa per il sistema informativo regionale policentrico 21,8 milioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento