menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapporto del Sole 24 Ore: città che cambiano, la svolta 'green' di Genova

Secondo il quotidiano economico, Genova è riuscita a trasformare la tragedia del crollo del ponte Morandi in un'occasione di rinascita

Il nuovo numero del Rapporto Nord Ovest del Sole 24 Ore in edicola con il quotidiano in Liguria, Piemonte e Valle d'Aosta venerdì 26 marzo dedica il focus di apertura alle città di Torino e Genova. Entrambe stanno guardando al futuro con la consapevolezza che, nei prossimi anni, la loro crescita sarà legata anche a un riassetto urbanistico.

Genova è riuscita a trasformare la tragedia del crollo del ponte Morandi in un'occasione di rinascita. La città è stata capace, a dispetto anche dell'emergenza covid, di imprimere un forte sprint a molte opere infrastrutturali già progettate ma cristallizzate in impasse burocratico-amministrativi. Tra le opere che hanno preso abbrivio ci sono la nuova diga foranea del porto, la ristrutturazione degli ex silos Hennebique, l'espansione dei cantieri navali di Sestri Ponente, il riassetto del waterfront di levante, il parco sotto il nuovo viadotto San Giorgio. Per l'espansione dello stabilimento di Fincantieri a Sestri Ponente sono stati stanziati 480 milioni di euro l'anno scorso.

C'è spazio anche per il settore della formazione sul prossimo Rapporto Nord Ovest del Sole 24 Ore. Il mondo del lavoro è alla riscoperta dei mestieri, rileva il supplemento. A Genova, l’Accademia italiana della marina mercantile forma ufficiali di coperta e di macchina e recentemente ha allargato il proprio campo di formazione, inserendo, tra i corsi, quelli dedicati alla logistica e alla ferrovia. Si formano tecnici superiori per gestire la mobilità intermodale e ferrovieri qualificati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento