Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Cresce la propensione al risparmio dei genovesi

Secondo la Banca d'Italia aumentano i depositi in conto corrente di famiglie e imprese

Preoccupazione per il futuro. È questo lo stato d’animo comune da almeno un anno a tutti i risparmiatori genovesi. È la logica deduzione leggendo gli ultimi dati rilevati da Bankitalia, secondo cui nel 2020 le famiglie di Genova e provincia hanno accumulato sui propri conti corrente il 70% in più di denaro rispetto a quanto fatto nello stesso periodo del 2019. Risparmiare è certamente una virtù italica ma è evidente che la pandemia sta spingendo in molti a sovraesporsi alla liquidità.

«La crisi, le incertezze sulla gestione della pandemia spingono i risparmiatori a non investire i propri risparmi», commenta Fabio Venturino, Area Manager di Banca Generali in Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta, il Lazio e la Sardegna che aggiunge: «Purtroppo così si rischia di perdere le opportunità dei mercati e ci si deve accollare i costi dei conti corrente, senza dimenticare la pressione dell’inflazione. Meglio essere razionali, condividendo le scelte patrimoniali con professionisti che garantiscano vicinanza per intraprendere un percorso di protezione del risparmio e di selezione delle opportunità migliori”.

Il report di Bankitalia

Se si allarga lo sguardo al comportamento delle imprese la situazione è simile. Sempre il report di Bankitalia evidenzia che nel corso del 2020 le aziende di Genova e provincia hanno aumentato la propria esposizione alla liquidità del 17,4%. Una cifra notevole che di sicuro testimonia la volontà di attendere tempi migliori ma di fatto significa rimandare investimenti alcuni dei quali, come quelli in infrastrutture digitali, potrebbero essere la chiave di volta per andare oltre la crisi economica generata dal Covid-19.

L’alternativa: la ricetta di Banca Generali

«La protezione del patrimonio resta il bisogno più urgente dei nostri clienti e ora è diventato sempre più necessario un approccio per tutelare la sua complessità non soffermandosi solo alla componente finanziaria, ma comprendendo anche le proprietà immobiliari, spesso illiquide e con rendite insufficienti, o la sfera del beni di impresa per gli imprenditori. In questa direzione si concentra l’attività che Banca Generali porta avanti costantemente con famiglie e aziende per individuare i percorsi più efficienti e funzionali ai propri obiettivi. In questi mesi, poi, stiamo lavorando anche all’apertura di una nuova prestigiosa sede nel centro di Genova che sarà pronta entro fine anno». Conclude Venturino. Il mondo del risparmio e dell’impresa genovese, insomma, è davanti ad una sfida complessa: vincerla vorrà dire avere via libera verso la ripartenza del Paese che finalmente potrebbe arrivare nei prossimi mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce la propensione al risparmio dei genovesi

GenovaToday è in caricamento