menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boom e-commerce, le Poste assumono dieci nuovi portalettere

Nel 2020 in concomitanza con le misure di contenimento del coronavirus le Poste hanno dovuto fronteggiare un incremento di consegne rispetto al 2019 pari al 143%: dieci i nuovi postini entrati in servizio nella provincia di Genova

Boom e-commerce nel 2020 in concomitanza con le misure di contenimento del coronavirus e nuove assunzioni per le Poste che hanno dovuto fronteggiare un incremento di consegne rispetto al 2019 pari al 143%.

A partire da giovedì 1° aprile sono quindi entrati in servizio in quattro centri di recapito della provincia di Genova, dieci portalettere. La selezione dei neo assunti è avvenuta tra il personale che ha già lavorato in passato come portalettere o addetto allo smistamento con uno o più contratti a tempo determinato e per una durata complessiva di almeno 9 mesi.

I nuovi ingressi sono stati inseriti nelle attività di consegna di corrispondenza e pacchi presso i Centri di Genova Recapito Mura Zingari, Genova Recapito Ponente, Genova Recapito Valpolcevera e Busalla, per poter supportare le attività legate agli ingenti volumi di pacchi in circolazione sul network postale a seguito dello sviluppo dell’e-commerce.

Dal 1862 Poste Italiane consegna lettere alle famiglie e alle imprese italiane, ma negli ultimi anni è il settore dei pacchi a trainare il business dell’azienda, tanto che per la prima volta, nell'ultimo trimestre del 2020, la crescita dei ricavi da pacchi ha compensato il calo dei ricavi della corrispondenza tradizionale. Anche in termini assoluti, i 210 milioni di pacchi consegnati in un anno a livello nazionale (+41% rispetto al 2019, e a dicembre una media record di 1,3 milioni al giorno) hanno segnato un risultato più che raddoppiato. Nel 2020, infatti, in provincia di Genova si è registrato un incremento del 143 % dei pacchi e-commerce rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Le politiche attive concordate con le Organizzazioni Sindacali contribuiscono a realizzare in modo efficace le strategie delineate nel piano industriale, in particolare per quanto riguarda la nuova organizzazione del recapito, pensata per rispondere ai nuovi bisogni dei cittadini e per cogliere tutte le opportunità offerte dalla crescita dell’e-commerce grazie anche ad una maggiore flessibilità e ad un’estensione degli orari di consegna. È stato inoltre prevista la definizione di un nuovo modello di funzionamento della rete logistica basato su ingenti investimenti in automazione e sulla introduzione della “Lean Production”, una modalità di organizzazione del lavoro che garantisce il miglioramento continuo dei processi produttivi attraverso la partecipazione dei lavoratori.

Nel nuovo anno, la consegna e-commerce di Poste Italiane si arricchisce di nuovi servizi. Attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, sarà infatti possibile consultare lo stato della spedizione direttamente via WhatsApp. Con il servizio di tracciatura online, già disponibile su web ed APP, è possibile tracciare lo stato della spedizione in modo semplice e veloce, per qualsiasi tipo di prodotto di Poste Italiane.

Inviando un messaggio WhatsApp al numero 3715003715, si entra in contatto con l’Assistente Digitale Poste, che restituisce un apposito link alle informazioni richieste per verificare lo stato della spedizione. Per eseguire la tracciatura è necessario indicare il codice di invio presente sotto il simbolo a barre del prodotto inviato o, in caso di acquisto online, il numero fornito dal venditore. Inoltre è possibile spedire pacchi con Delivery Web, disponibile all’indirizzo https://postedeliveryweb.poste.it, che consente di inviare oggetti fino ad un massimo di 30 kg di peso e 220 cm come somma delle tre dimensioni, con una consegna prevista in Italia da 1 a 3 giorni lavorativi successivi a quello di spedizione con il servizio veloce ed entro 4 giorni
 lavorativi con la spedizione standard. Poste Delivery Web è ora disponibile anche in modalità “paperless”, con la lettera di vettura stampata e consegnata direttamente dal corriere di Poste Italiane incaricato del ritiro gratuito all’indirizzo indicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento