menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove commesse per Piaggio Aero, Fiom: «Passare dalle parole ai fatti»

«Ciò che renderà concreto che qualcosa sta cambiando è quando dalla indennità di cassa integrazione si tornerà ad avere un vero stipendio per tutti i mille dipendenti, nessuno escluso». Così il segretario della Fiom Bruno Manganaro

Questa mattina presso il ministero dello Sviluppo Economico si è svolto un incontro convocato dal Governo alla presenza del commissario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro durante il quale è stata annunciata la firma per commesse sui motori per elicotteri e per nove P180 e 1 retrofit di un altro P180. Questa fase dovrebbe concludersi lunedì 23 dicembre.

«Pur apprezzandolo - dichiara Bruno Manganaro, segretario generale Fiom Cgil Genova -, si tratta comunque solo di un annuncio che deve concretizzarsi, ad esempio con il rientro al lavoro di parte dei cassintegrati già nel prossimo mese di gennaio».

«Nella vicenda Piaggio - prosegue Manganaro - è d'obbligo essere prudenti nelle valutazioni perchè già nei mesi scorsi ci era stato annunciato il rientro di un centinaio di lavoratori, promessa che non è stata mantenuta. Per i lavoratori gli annunci non hanno lo stesso peso che per la politica».

«Ciò che renderà concreto che qualcosa sta cambiando è quando dalla indennità di cassa integrazione si tornerà ad avere un vero stipendio per tutti i mille dipendenti, nessuno escluso - conclude il segretario della Fiom -. Ci si potrà dire pienamente soddisfatti solo quando tutti i mille dipendenti di Piaggio e l'indotto torneranno al lavoro. I lavoratori e le lavoratrici Piaggio vigileranno affinchè gli annunci diventino fatti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento