rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Economia

Petrolchimico sotto la Lanterna, Bucci dice no

Il sindaco è intervenuto sull'ipotesi spostamento degli impianti di Carmagnani e Superba nell'area ex Enel: «Dobbiamo trovare un posto che vada bene a tutti»

Anche il sindaco Marco Bucci dice la sua sull’ipotesi di trasferimento i depositi petrolchimici di Carmagnani e Superba sotto la Lanterna, nell’area ex Enel: interpellato sul piano presentato dalle due aziende, il primo cittadino ha messo il veto, spiegando che «se spostassimo i depositi petrolchimici Carmagnani e Superba da Multedo sotto alla Lanterna tutti gli abitanti di Sampierdarena non sarebbero felici. A me va bene quando la città è felice, quindi dobbiamo trovare un posto che vada bene a tutti».

Bucci ha aggiunto che lo spostamento degli impianti si farà, ma non prima di avere trovato una sistemazione sicura lontana dalle abitazioni: «Vogliamo mantenere a Genova i posti di lavoro, e anzi aumentarli, ma il nostro porto deve saper gestire queste cose. Sono convinto che ce la faremo, la nuova diga foranea è solo un’ipotesi in campo per il trasferimento».

Le parole di Bucci mettono dunque un freno al progetto presentato martedì da Carmagnani e Superba, che avevano proposto di investire circa 40 milioni di euro nella delocalizzazione dei loro depositi costieri nell’area ex Enel per restare a Genova: un’ipotesi già ventilata in passato, che ha scatenato le proteste e i timori dei residenti del Municipio Centro Ovest

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petrolchimico sotto la Lanterna, Bucci dice no

GenovaToday è in caricamento