menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pane: a Milano prezzo più alto, Genova sopra 2,83 euro al chilo

Altroconsumo ha realizzato un'indagine sul prodotto-base della dieta mediterranea. L'inchiesta ha coinvolto 138 punti vendita, tra panetterie e supermercati e ipermercati in dieci grandi città: Bari, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma e Torino

In media, per il pane spendiamo fino a 270 euro l’anno a testa. Fra le domande frequenti che colgono impreparati alcuni dei nostri parlamentari c'è la classica richiesta sul costo del pane. L'alimento principale sulle tavole degli italiani (il 90% lo consuma tutti i giorni) costa sempre di più.

Per fotografare la varietà di prezzi attraverso la penisola, Altroconsumo ha realizzato un’indagine sul prodotto-base della dieta mediterranea. L’inchiesta ha coinvolto 138 punti vendita, tra panetterie e supermercati e ipermercati in dieci grandi città: Bari, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma e Torino.

Da subito salta agli occhi come il prezzo nei supermercati scende notevolmente, arrivando quasi alla metà di quello delle panetterie. Per il resto, il costo del pane varia anche da regione a regione, oltre che da un tipo all’altro. Sul mercato italiano ne esistono infatti diverse centinaia.


Differenze notevoli emergono da città a città. Solo Napoli si salva dal caro-mollica. Milano è in assoluto il luogo dove la pagnotta costa di più, minimo 3,94 euro al chilo. Seguono Bologna con un minimo di 3,43 al chilo, Padova (2,97) e Genova (2,83). Scegliendo il tipo più caro in metà delle città dell’inchiesta (Genova, Milano, Padova, Bologna e Firenze) si arriva a spendere più di 5 euro al chilo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento