Occhiali solidali: esame vista gratis e montatura a 38 euro

Provincia di Genova e Assopto presentano un'iniziativa rivolta a famiglie con un reddito annuo inferiore ai 15 mila euro. Ecco come aderire

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Esame della vista gratuito e occhiali a prezzo scontato (38 euro) per le persone che vivono in famiglie a basso reddito: è l’iniziativa Occhiali solidali. La campagna, che replica un’analoga iniziativa promossa dalla Provincia nel 2010, inizia l’1 marzo e termina il 31 maggio, coinvolgendo circa 50 ottici optometristi di Genova e provincia associati ad Assopto: garantirà ai consumatori che ne hanno diritto, ovvero residenti in provincia di Genova, di età superiore a 12 anni e con capacità economica del nucleo familiare non superiore a 15.000 euro (certificato Isee) l’esame della vista gratuito e un occhiale adeguato, garantito per due anni, al prezzo di 38 euro, da scegliersi fra diversi modelli. Il montaggio delle lenti è compreso nella fornitura. In alternativa è possibile acquistare, allo stesso presso di 38 euro, lenti antigraffio.

L’occhiale solidale è garantito solo per disturbi visivi da + 6 a – 6 diottrie, e Assopto si impegna a fornirlo conforme ai requisiti dei dispositivi medicali su misura previsti dalla direttiva 93/42/Cee, e a garantirlo per due anni per cedimenti imputabili a difetti di fabbricazione o errori di montaggio.

Sempre presso gli ottici aderenti all’iniziativa, inoltre, gli aventi diritto potranno acquistare occhiali di qualsiasi tipo e modello (montature e lenti, anche separatamente), con un o sconto del 30% rispetto al prezzo dei listini ufficiali.

Chi è interessato dovrà presentarsi presso uno dei cinque sportelli dell’Auser (in via Buffa 1 a Genova Voltri, in via Narisano 14 a Genova Cornigliano, in via Balbi 29/5 a Genova centro, in piazza Suppini 1 a Genova Struppa e in corso Garibaldi 49/1 a Chiavari), provvisto di certificazione Isee riferita ai redditi 2010, per ritirare i voucher, uno per persona all’interno del nucleo familiare, che consentiranno di acquistare gli occhiali presso uno degli ottici aderenti all’iniziativa.

Il ruolo di Auser sarà doppio: metterà a disposizione da una parte, come detto, i suoi cinque sportelli, dove volontari opportunamente formati da Assopto si occuperanno di ricevere le certificazioni Isee e consegnare i voucher, dall’altra, per tutta la durata dell’iniziativa, dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 14, il numero verde 800 995988.

Federconsumatori, invece, sostiene l’iniziativa veicolando e pubblicizzando l’iniziativa presso i propri sportelli ma soprattutto garantendo la qualità dei prodotti venduti e dei servizi erogati, nell’interesse dei consumatori.

Ulteriori informazioni saranno reperibili sui siti web della Provincia di Genova, Assopto, Ascom Genova, Auser e Federconsumatori.

 “La grave crisi economica che sta investendo il Paese – afferma Marina Dondero, vicepresidente della Provincia di Genova e assessore alla lotta al carovita – colpisce in particolare le fasce più deboli, con il rischio di un peggioramento complessivo della qualità della vita. La nuova edizione della campagna ‘Occhiali solidali’, grazie alla collaborazione di partner diversi uniti da una forte solidarietà, consente alle persone a basso reddito di avere occhiali da vista certificati a prezzo scontato, con una soluzione qualificata dal punto di vista della salute e conveniente dal punto di vista economico”.

“Non è facile realizzare un occhiale di qualità vendendolo al prezzo di 38 euro – spiega Giampaolo Roggero, presidente di Assopto Genova –: noi ci impegniamo a farlo, perché crediamo nella finalità sociale del progetto e anche per promuovere i nostri negozi, che soffrono a loro volta la crisi, presso un pubblico che normalmente non si avvicina agli ottici e che in questo modo ha l’occasione di conoscerci. E’ molto importante la comunicazione di ‘Occhiali solidali’ da parte di tutti i soggetti coinvolti, per mettere a conoscenza dell’iniziativa il maggior numero di persone possibili, e superare la quota di 2.000 occhiali venduti nel 2010”.

Occhiali solidali è promossa per il secondo anno dalla Provincia di Genova e da Assopto (l’associazione degli ottici optometristi aderente ad Ascom Confcommercio) in collaborazione con Auser e Federconsumatori e con il sostegno di Ottici Associati, Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Camera di Commercio di Genova e Ascom Confcommercio.

Torna su
GenovaToday è in caricamento