Economia

Nodo ferroviario, doccia gelata per i 100 lavoratori: Fergen licenzia tutti

Nonostante l'interesse di Prefettura e Regione e la stesura di un accordo di tutela dell'occupazione, la ditta ha avviato le procedure di licenziamento

Lo spiraglio che sembrava essersi aperto per i lavoratori edili impiegati nei lavori per l’ampliamento del nodo ferroviario di Genova si è bruscamente richiuso, con la peggiore delle conseguenze: in una nota diffusa nella giornata di venerdì, i sindacati hanno fatto sapere che Fergen, in seguito alla rescissione del contratto con la stazione appaltante Italferr, ha già avviato le procedure di licenziamento per tutti e 100 i dipendenti.

Cantiere fermo, dunque, in attesa di capire se i lavori, la cui fine è slittata al 2021, verranno riassegnati con una nuova gara d’appalto o se passeranno direttamente all’azienda che si era classificata seconda nella prima gara, e doccia gelata per i 100 lavoratori rimasti senza occupazione, nonostante la mobilitazione delle scorse settimane e l’interesse da parte di Regione e Prefettura.

 “E’ la conferma che si stanno utilizzando i lavoratori nel braccio di ferro fra il consorzio aggiudicatario dei lavori Eureca (che aveva creato la ditta Fergen per eseguire i lavori, ndr) e la stazione appaltante Rfi - fanno sapere Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil Genova - L’accordo di mercoledì scorso in Prefettura viene disatteso da Fergen, ma assume maggior rilievo al fine di governare questa difficile fase in cui si dovrà garantire continuità di reddito e occupazione, evitando ulteriori ritardi nelle lavorazioni.

Rimane fissato per la settimana prossima l’incontro stabilito con Fergen, assente a quello di mercoledì scorso. Nel frattempo i lavoratori sono in assemblea permanente al campo base di Fegino, in attesa di capire che cosa ne sarà della clausola sociale che fattiva il posto a 100 persone inserita nella stesura dell’accordo a tutela dei lavoratori in vista dei licenziamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo ferroviario, doccia gelata per i 100 lavoratori: Fergen licenzia tutti

GenovaToday è in caricamento