Economia

Nodo ferroviario, denuncia degli edili: «Lavori fermi da un anno e mezzo»

Nulla si muove nel cantiere per la realizzazione di un'opera definita "strategica" per Genova e per la Liguria: colpa della rescissione del contratto tra Rfi e il consorzio che si era aggiudicato i lavori

Restano fermi i lavori per il nodo ferroviario di Genova: la denuncia arriva dai sindacati dei lavoratori edili, che da mesi ormai attendono di entrare in cantiere più volte definito “strategico” per Genova e la Liguria 

«Sono passati oltre sei mesi dalla pubblicazione del bando di gara e i cantieri sono fermi da oltre un anno a mezzo - fanno sapere Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil Genova in una nota - Questa la drammatica fotografia di un'opera fortemente voluta dalla comunità locale poichP riconosciuta nevralgica e fondamentale per il diritto alla mobilità modernizzando le infrastrutture cittadine».

La crisi, ricordano i sindacati, dipende dalla rescissione del contratto tra Rfi, stazione appaltante, e il consorzio che si era aggiudicato i lavori, che ha portato alla pubblicazione di un nuovo bandi di gara: «In questa situazione, ove nessuno è mai responsabile dei tempi, costi e disagi, i lavoratori sono ancora a casa attendendo di poter tornare ad essere reimpiegati», concludono le organizzazioni sindacali, che hanno annunciato nuove mobilitazioni nei prossimi giorni per avere garanzie sull’impiego.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo ferroviario, denuncia degli edili: «Lavori fermi da un anno e mezzo»

GenovaToday è in caricamento