rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Economia

Trecento negozi chiusi nel 2014: il duro prezzo della crisi

Sono 622 gli esercizi al dettaglio che mancano all'appello in tutta la Liguria da gennaio, un terzo nella sola Genova. E' questo il saldo negativo tra aperture e chiusure registrato dall'Osservatorio sul commercio redatto da Confesercenti

Sono più di trecento gli esercizi che dall'inizio del 2014 hanno chiuso nella sola Genova. La crisi continua a mettere in ginocchia la città, accanendosi verso i commercianti al dettaglio, che non riescono più a sostenere le tasse.

In totale sono 622 i negozi che mancano all'appello in tutta la Liguria da gennaio, un terzo sono (o meglio, erano) nella sola Genova. E' questo il saldo negativo tra aperture e chiusure registrato dall'Osservatorio sul commercio redatto da Confesercenti.

La maggior parte delle cessazioni sono concentrate nell'abbigliamento e delle calzature. E non va meglio per i pubblici esercizi: 125 i bar e 175 i ristoranti persi solo negli ultimi due mesi, 74 a Genova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trecento negozi chiusi nel 2014: il duro prezzo della crisi

GenovaToday è in caricamento