menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multe con lo sconto e i paradossi della Blu Area: più cara della sanzione

Il giorno in cui entrano in vigore le multe "scontate" i genovesi iniziano a farsi i conti in tasca e viste le cifre dei posti blu nel centro città balza all'occhio che la sanzione sia più "conveniente" del parcheggio a pagamento

Di certo si tratta di uno dei decreti governativi che più fara discutere in Italia. Le multe con lo "sconto" sono già entrate in vigore oggi, mercoledì 21 agosto, e c'è già chi a Genova inizia a vederne molteplici vantaggi.

Ma andiamo con ordine, e iniziamo a vedere cosa prevede il decreto:

- Sconto del 30% sulle multe qualora queste vengano pagate entro cinque giorni dalla data di emissione del verbale

- Lo sconto si applica su tutte le sanzioni del codice della strada ad esclusione di quelle più gravi (sequestro veicolo, ritiro della patente)

- Decreto entrato in vigore da mercoledì 21 agosto, sui verbali ci sarà già scritto il prezzo della multa "intero" e quello con lo sconto

- I cinque giorni sono a decorrere dalla data scritta dall'operatore in caso di multa lasciata sul parabrezza, o dalla data di consegna in caso di recapito a domicilio

- Retroattività: qualora la multa sia stata presa nei cinque giorni precedenti all'entrata in vigore del decreto è prevista la possibilità di pagarla con lo sconto

- Pagare la multa con lo sconto elimina la possibilità di ricorsi

Fatto il decreto, "trovato l'inganno". Le tariffe dei parcheggi a pagamento in centro a Genova, si sa, sono tra le più care d'Italia. Ed ecco che, premettendo che la violazione del codice della strada non è mai una buona idea, facendosi due conti, risulta più "conveniente" pagare una multa per divieto di sosta che pagare i parcheggi della Blu Are in centro.

Tradotto in numeri: multa per divieto di sosta pari a 41 euro, con lo sconto del 30% è uguale a 28,70 euro. Parcheggio dalle 8 alle 20, a 2,50 euro all'ora= 30 euro.

Ripetiamo, non è consigliabile fare ciò, anche perché in alcune parti della città si rischia la rimozione forzata del mezzo e in ogni caso in alcuni parcheggi interrati il prezzo è inferiore, ma è in ogni caso un dato che pone nuovamente l'accento sulle tariffe spropositate a cui ogni giorno i genovesi devono sottostare. Ai lettori l'ardua sentenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento