Regolarizzazione dei lavoratori stranieri: c'è tempo fino al 15 ottobre 2012 per le domande

Dal 15 settembre al 15 ottobre i datori di lavoro avranno la possibilità di presentare le domande di emersione relative a lavoratori stranieri irregolarmente occupati da almeno 3 mesi e presenti in Italia ininterrottamente almeno dal 31 dicembre 2011

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Dal 15 settembre al 15 ottobre i datori di lavoro avranno la possibilità di presentare le domande di emersione relative a lavoratori stranieri irregolarmente occupati da almeno 3 mesi e presenti in Italia ininterrottamente almeno dal 31 dicembre 2011, operazione che consentirà di regolarizzare e dare tutele a migliaia di lavoratori stranieri. Sono 2 milioni 200 mila quelli già in regola in Italia, di cui oltre 400 mila imprenditori, che rappresentano 12,1% del Pil (per il fisco un introito di 46 miliardi). A Genova la popolazione immigrata è stimata in circa 60 mila individui.

La Cisl anche sul nostro territorio è pronta ad accogliere presso le proprie strutture le domande di regolarizzazione ed emersione del lavoro nero. Tra i requisiti richiesti il datore di lavoro deve essere cittadino italiano o comunitario: il datore extracomunitario può presentare domanda solo se titolare di un «permesso di soggiorno CE soggiornante di lungo periodo» o di una «carta di soggiorno». Il rapporto di lavoro deve essere iniziato da almeno 3 mesi alla data di entrata in vigore della legge (9 agosto 2012), e la retribuzione da garantire deve rispettare i minimi previsti nei diversi contratti collettivi di riferimento. Se il datore di lavoro è una persona affetta da patologie o handicap che ne limitano l’autosufficienza e chiede di regolarizzare una persona addetta alla sua assistenza non avrà limiti o restrizioni di reddito, previste invece per altri datori, ditte e cooperative.

«I datori di lavoro e i lavoratori troveranno tutta l’assistenza necessaria per poter presentare l’istanza di emersione dei lavoratori stranieri – fanno sapere dalla segreteria della Cisl Liguria - Gli sportelli Anolf, la nostra associazione di immigrati, è a disposizione per un primo orientamento e per un esame preventivo dei requisiti necessari per finalizzare correttamente la pratica. Successivamente i nostri Caf forniranno l’assistenza per il disbrigo delle pratiche burocratiche».

Torna su
GenovaToday è in caricamento