menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiavari, Lames: sì al trasferimento

Nell'area di Sanpierdicanne ridotte del 30% le volumetrie ammesse e di cinque piani le altezze. Prevista la messa in sicurezza del Rupinaro, aree verdi e sportive, parcheggi. Ora via alla Conferenza dei Servizi

Chiavari - Via libera all'accordo di programma per lo spostamento della Lames da Chiavari a Cicagna: lo ha deliberato nella seduta odierna la Giunta regionale ligure, stabilendo nuovi vincoli per la complessa operazione.

 

Innanzitutto nell'area di via San Rufino a Chiavari, che verrà liberata solo quando sarà in produzione il nuovo stabilimento e che sarà destinata ad uso residenziale, sono state ridotte del 30% le volumetrie ammesse (da 80.000 a 56.700 metri cubi) così come le altezze degli edifici (da 18 piani a 13). Previsti verde pubblico, attrezzature sportive e parcheggi. La Lames inoltre costruirà a proprie spese alcuni alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (Erp) in via San Pio X.

L'intervento dovrà occuparsi anche della messa in sicurezza idraulica del Rupinaro, mentre il nuovo stabilimento sito produttivo di Quartaie a Cicagna dovrà rispettare gli equilibri della sponda del Torrente Lavagna.

Il nuovo stabilimento dovrà naturalmente assicurare il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e garantire - grazie alla migliore organizzazione delle linee produttive e degli spazi operativi - un miglioramento della capacità produttiva.

La Conferenza di Servizi dovrà concludere i propri lavori entro 90 giorni, dopodichè la Lames dovrà sottoscrivere le convenzioni con i Comuni di Chiavari e Cicagna: successivamente il Comune di Cicagna potrà rilasciare il permesso di costruzione per il nuovo stabilimento, presumibilmente entro la fine del 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento