menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inflazione a Genova: energia, acqua e gioielli, prezzi alle stelle

Presentato il primo rapporto semestrale dell'Osservatorio prezzi della Liguria: a Genova l'inflazione lievita del 3,5%, con i prezzi dell'energia in continuo aumento

Genova - Anno nuovo prezzi vecchi, una frase che per le tasche degli italiani sarebbe un sogno. E invece nel 2012, come era lecito aspettarsi, le spese per i genovesi sono lievitate del 3,5%. Questi i dati forniti dalla Camera di Commercio di Genova, con il nuovo osservatorio regionale sui prezzi voluto da Unioncamere Liguria, che consente di effettuare ogni semestre analisi e confronti con l’andamento dei prezzi nelle altre regioni e nel resto del paese.

Il periodo preso in considerazione è il semestre gennaio-giugno 2012. Dallo studio è emersa una forte dinamica dei prezzi dell’energia che, in Liguria (+15,4% in un anno contro il +15,1% in Italia), continuano a influenzare in maniera determinante l’andamento generale dell’inflazione (+ 3,5% in Liguria e +3,3% in Italia) malgrado la liberalizzazione di alcuni prezzi del comparto.

Aumenti sensibili anche per le tariffe dell’acqua, che in Liguria sono cresciute a giugno ad un tasso annuale superiore a quello nazionale (+6%  contro +4,8%). In crescita anche il prezzo dell’oro sui mercati di origine, come sempre accade in tempi di crisi, che produce aumenti a due cifre per i prodotti di gioielleria (+18,2% in Liguria e + 21,7% in Italia).

Esposti gli aumenti (solo i casi più eclatanti), analizziamo ora le diminuzioni (si fa per dire). Un campo in cui il fattore localizzazione produce effetti virtuosi rimane quello del pesce fresco, dove l’effetto km zero a Genova ha avuto effetti positivi sui prezzi del pescato ligure che sono praticamente fermi (+0,1% in un anno contro il +2,6% a livello nazionale).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento