menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercio in calo: troppe imprese chiudono, in aumento solo le attività straniere

Dati negativi forniti da Unioncamere Liguria nel primo semestre 2016. E Paita attacca Toti: «Per lui va tutto bene»

In Liguria stanno andando bene soltanto le imprese straniere mentre il dato generale vede un saldo negativo, 737, tra quelle chiuse, 6234, e quelle aperte, 5497. Le brutte notizie arrivano dal dossier di Unioncamere Liguria relativo al primo semestre dell'anno in corso.

Il commercio è il settore più in crisi, con 1662 cessazioni di attività a fronte di solo 935 nuove iscrizioni. 

Tra i primi a commentare questi dati il capogruppo Pd in regione Raffaella Paita, che attacca senza mezzi termini la Regione Liguria e in particolare il presidente Giovanni Toti: «L'impietoso quadro tracciato da Unioncamere sulla nostra regione dimostra che Toti aveva ragione: il vento è davvero cambiato... ma in peggio. Non c'è un'idea, manca una visione e intanto il nostro territorio piano piano affonda. Dopo un solo anno di centrodestra la Liguria registra una fitta serie di dati negativi. E inoltre dimostra di non essere una regione per giovani e donne! Mentre a livello nazionale una timida ripresa c'è, qui siamo senza guida. Presidente Toti, intende ostinarsi a ripetere che va tutto bene, oppure ha deciso finalmente di fare qualcosa per la crescita della nostra regione?». 

L'unico dato positivo arriva dalle imprese straniere: a giugno 2016 risultavano 17922 attività in Liguria, con un +3,7 percento, e il dato genovese è stato di 9755 imprese con un tasso del 4,3 percento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento