Ex Ilva, i commissari denunciano Arcelor Mittal e la Regione attacca il governo

La Procura di Taranto ha quindi aperto un fascicolo e dovrà stabilire se effettivamente Arcelor abbia compiuto reati nella gestione dell'ex Ilva

"Fatti e comportamenti lesivi dell'economia nazionale", con queste motivazioni i commissari straordinari dell'Ilva hanno denunciato Arcelor Mittal, in seguito alla decisione della multinazionale di sciogliere il contratto con cui aveva preso in gestione l'acciaieria. La Procura di Taranto ha quindi aperto un fascicolo e dovrà stabilire se effettivamente Arcelor abbia compiuto reati nella gestione dell'ex Ilva. Arcelor che, non dimentichiamolo, ha già annunciato lo spegnimento di tutti gli altoforni.

L'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, in seguito all'incontro tra azienda e sindacati, ha attaccato il governo: «Come prevedibile, l’incontro sindacati-Mittal non ha portato positive novità, anzi. L’azienda pare abbia ribadito la volontà di disimpegno da tutte le strutture italiane. Appare quindi ancor più evidente l’irresponsabilità e incapacità di un governo in totale balia delle pericolose fantasie dei personaggi di turno, avvinghiato alle poltrone. Ne abbiamo viste molte di queste fantasie, magari poi frettolosamente ritirate o modificate, ma l’eliminazione dello scudo penale per Mittal credo sia la “belinata” in assoluto più grande, nella forma e soprattutto nella sostanza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Così grande - aggiunge Benveduti - da far addirittura pensare ai soliti malpensanti che sia stata perfino in qualche modo “offerta” come way-out da una situazione che poteva diventare ingestibile, tra crisi dell’acciaio e crisi ambientale locale. In ogni caso, è stata messa in pericolo la struttura stessa dell’industria nazionale, senza nemmeno aver prima elaborato un piano di mitigazione e gestione degli effetti, sia per quanto riguarda Taranto, che per quanto concerne l’impatto su tutta la filiera metalmeccanica. Basta dilettanti allo sbaraglio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Bassetti: «Seconda ondata? Basta allarmismo»

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ruba una valigia in un'auto ma passa davanti al proprietario poco dopo

  • A7, chiude per 15 giorni la galleria tra lo svincolo A12 e Bolzaneto: le modifiche al traffico

  • Il primo giorno del ponte San Giorgio, tra code e qualche intoppo

  • Notte di San Lorenzo 2020, dove guardare le stelle cadenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento